This page contains a Flash digital edition of a book.
36 VENERDÌ15GENNAIO sport2010
MERCATO COPPAITALIA
Sampdoria­Storari,c’èl’accordo.Oggiladecisione
Tralasocietàeilportiere gaggio di Storari non sarebbe da con­ INATTESADELRESPONSO
delMilanèfatta.Marotta siderarsi un’operazione di emer­
eDelNerivoglionoperò genza, ma una scelta per la prossima GUARDALBEN: «IO TITOLARE?
valutarelecondizioni stagione. E come conseguenza po­trebbe avere la rinuncia a giugno a L’IMPORTANTE SONO I TRE PUNTI»
diCastellazzi,inrecupero Castellazzi, comunque in scadenza,
a Mirante, in comproprietà con la FiorentinaeLazioavanti
GENOVA. La Sampdoria deci­ Juve ma richiesto dal Parma, e a Fio­ GENOVA.Primo: Matteo Guardal­ Esentivoassolutamentelanecessitàdi
derà oggi se ingaggiare un quarto rillo, che probabilmente verrà nuo­ ben dimostra di essere un portiere pre­ avvicinarmi alla mia famiglia a Pia­ ancoraFloccariingol
portiere, Marco Storari. Già, perchè vamente ceduto in prestito, dopo paratoeaffidabile.Secondo:daquando cenza, ai miei figli. Così sono tornato a FIRENZE.Completatoilqua­
la pista che conduce alla riserva di l’esperienza che sta per fare con la è arrivato alla Samp è entrato subito in Parma. Se non avessi fatto quella droperiquartidifinaledi
Dida al Milan si è improvvisamente Reggina. sintonia con l’ambiente, diventando scelta, probabilmente non avrei più CoppaItalia.Ierisisonoqualifi­
riaperta nella giornata di ieri. La so­ Storari potrebbe esordire già do­ un perfetto “uomo spogliatoio”. Terzo: giocato a pallone». È un professionista cateFiorentina,UdineseeLazio.
cietà rossonera che all’inizio della podomani contro il Catania. Fisica­ per tutto questo, meriterebbe l’oppor­ chehasuperatoalcuniconfini.«Dicola LaFiorentinahabattuto3­2il
settimana aveva considerato incedi­ mente è a posto, ha giocato anche tunità di difendere la porta blucer­ verità: ormai con tutto quello che ho Chievoinrimonta,malagara,
bile il giocatore adesso è ritornato martedì scorso in Coppa Italia con­ chiata domenica pomeriggio. passato, con l’età che ho, sono sempli­ periviola,èstatadura:insvan­
sui propri passi e ha fatto sapere alla tro il Novara. «Per me sarebbe un sogno», dice cemente felice di giocare a pallone. E taggiogiàal7’grazieallarete
società blucerchiata che la trattativa Ieri pomeriggio la Sampdoria si è Guardalben. Poi aggiunge: «Ma non so tanto mi basta. Il calcio adesso per me messaasegnodaGranoche,i
poteva essere aperta, sulla base di un allenata a Bogliasco. Saltata l’ami­ che succederà... aspettiamo». Sì, per­ non è un lavoro, ma un gioco. Quando violahannopareggiatocon
prestito con diritto di riscatto a fa­ chevole contro la Cairese a causa del chè la sua presenza tra i pali dopodo­ vai avanti, guardi meno al tuo orticello. AdrianMutual35’;doposolitre
vore di Corte Lambruschini. campo pesante per la pioggia, Luigi mani contro il Catania dipende da Sto­ Quindi per me la cosa più importante è minuti,però,Bentivoglioriporta
Lo staff tecnico della Samp ne ha Del Neri diviso la rosa in tre team da rari: «L’ultima mia partita in serie A? che la Sampdoria domenica batta il Ca­ invantaggioiveronesiespetta
preso atto. Prima di prendere una sei, dando vita a un acceso e combat­ Un Juve­Parma del 2006. Giocare ora tania, perchè abbiamo bisogno di tor­ algiovaneBabacareancorauna
decisione ha voluto però saperne di MarcoStorari,33anni tuto triangolare. sarebbe un sogno perchè mi lascerei nare a vincere dopo tanto tempo. Il voltaaMutu(75’e77’)ilcom­
più sulle condizioni di Luca Castel­ La squadra con la pettorina aran­ alle spalle le ultime vicissitudini nega­ resto, chi sarà il portiere domenica, di­ pitodiribaltarelasituazione
lazzi, che domenica scorsa a Napoli cione era formata da Rossi, Bellucci, tive. Il grave infortunio di Vicenza con venta secondario rispetto al risultato». trovandolaqualificazione.
si è procurato una una lesione di­ Significa che l’assenza di Castellazzi Palombo, Lucchini, Franceschini e la paura di restare paralizzato e la fa­ Restailsogno:«AllaSampiosonodi­ Nell’altroincontrol’Udineseha
strattiva­contusiva del legamento dovrebbe interessare le prossime Pazzini. Quella con la pettorina tica fatta per recuperare, a livello sia fi­ sponibile a fare qualunque cosa, anche battutoconfacilitàilLumezzane
collaterale mediale di secondo grado quattro partite: a Marassi contro Ca­ gialla da Padalino, Ziegler, Pozzi, sico che mentale. La scorsa stagione a il magazziniere. Ovviamente immagi­ 2­0(goldiLodisurigorenel
del ginocchio sinistro. E soprattutto tania e Atalante e nelle trasferte di Poli, Guberti e Accardi,. I blu: Zauri, Treviso, un campionato senza vedere nare di scendere in campo vestendo primotempoediCorradinella
suoi suoi tempi di recupero, per co­ Udine e Siena. Potrebbe quindi rien­ Gastaldello, Mannini, Cassano, Tis­ uno stipendio. Anzi, ad aiutare econo­ questa maglia e di farlo a Marassi... per ripresa).LaLaziohapoipiegato
noscere esattamente per quanto trare nell’anticipo di sabato 13 feb­ sone e Semioli. micamenteicompagnipiùgiovani,che me lo stadio più bello d’Italia dove un 2­0ilPalermoall’Olimpico:
tempo il portiere titolare non potrà braio, al Ferraris con la Fiorentina. A parte ha lavorato ancora Caccia­ erano in grossa difficoltà». calciatore può giocare. È proprio il dopounprimotempodigrande
scendere in campo. Nellaseratadiieriilnumerounosi tore, che resta ancora in dubbio per Per comprendere la filosofia di massimo. Quando ero giovane, all’ini­ equilibrio,hannodecisoilmatch
Inizialmente si era infatti parlato è sottoposto a una nuova risonanza la gara di dopodomani contro il Ca­ Guardalben, bisogna capire dove è ar­ zio della carriera, sognavo non soldi o igoldiKolarovedell’exgeno­
di quarantacinque giorni, ma nei magnetica a Pavia. E adesso tocca tania. L’allenamento di oggi pome­ rivato: «A Palermo quattro anni fa ho fama, ma di potere giocare davanti a un anoFloccari(quartogolintre
giorni scorsi era prevalso un mode­ alla società scegliere che cosa fare e riggio sarà decisivo per sapere se ce fatto una scelta per la vita. Avevo l’op­ pubblico che canta dall’inizio alla fine gareconibiancocelesti).
rato ottimismo, che aveva ridotto il lo farà nella giornata di oggi. È ovvio la farà a recuperare oppure no. portunità di prolungare il contratto, di una partita. Proprio come quello ILTABELLONE.Questiiquarti
periodo di indisponibilità a un mese. che a questo punto l’eventuale in­ DAM.BAS. ma mi stavo separando da mia moglie. della Samp, un pubblico eccezionale». difinale,previstitrail21eil28
gennaio,inpartitasecca:Fio­
rentina­Lazio,Juventus­Inter,
Milan­Udinese,Roma­Catania.L’INTERVISTA
Mihajlovic:«Mispiace,mavincoio» FORMULAUNO
L’exblucerchiatotornadaallenatoredelCatania:«IndimenticabileilgolalGrasshoppers»
dalnostroinviato
PAOLOGIAMPIERI
La“prima”diAlonso
SAVONA. Un pezzo di storia della
Samp, in tenuta rossazzurra, si muove inrosso:«Chiudoqui»
lento nella hall del nuovo hotel Nh, a MADONNADICAMPIGLIO.
Savona, in darsena. Sinisa Mihajlovic e «Questoèal100%ilmioultimo
Dario Marcolin, allenatore e vice del team.Arrivomoltopiùprepa­
Catania, hanno giocato due volte con­ ratorispettoaquandoarrivaiin
tro il Genoa in tre giorni (campionato e Renault,sonoprontoperquesta
Coppa Italia) e si preparano ad affron­ grandesfida,laFerrariecono­
tare l'altra ligure, la loro ex squadra. sciutaintuttoilmondoedob­
«Mi spiace tanto, perché mi spiace, ma biamovincere».Nellasua
domenicavincoio.Misentochecontro “prima”ufficialedapilotadella
la Sampdoria vinco. Mi spiace». FerrariFernandoAlonsodimo­
Unaltroscherzo,comequellodel Sinisainblucerchiato stradiavereleideechiarema
13dicembre1998,Mihajlovicconla ammettechesaràdifficileemu­
magliadellaLazio,tregolallaSam­ lareMichaelSchumacher:«Vin­
pdoria che aveva lasciato da pochi ceresettecampionatipensoche
mesi.Vero? siadifficilesenonimpossibile
«Tripletta all'amico Ferron. Tre gol nellaF1dioggi.Certocercherò
su tre punizioni, penso che sia un re­ divincereilpiùpossibilenei
cord mai fatto da nessuno. Sicuro che
se devo tirare tre rigori, uno lo sbaglio. prossimianni».Lasceltadelpi­
Ma quella volta, tre su tre. Prima della lotatedescoditornareconla
partita, ho incontrato Ferron e gli ho Mercedes?«Seluihaavutoque­
detto: "Oggi non ti muovere, perché staopportunità­haaggiunto
sennò tiro sul tuo palo". Quando tiravo Alonso­ehapresoquestadeci­
le punizioni, io guardavo sempre se il sionesaràperchésisente
portiere si muoveva. È una cosa diffi­ pronto,iosonocontento,èuna
cile da fare. Sui rigori non ci riuscivo, cosapositivaperlaF1.Ilritorno
ma sulle punizioni lo facevo. Ferron lo diSchumifasolobene».
sapeva e infatti non si mosse. Io, ve­
dendolo fermo, tirai tutte e tre le volte MihajlovicconlamagliadellaLazio MARATONA
scavalcando la barriera. Tre su tre».
Alla sua vecchia Samp, che pure
hacontatomoltoperlei. fatto in estate, noi eravamo finiti. Ri­
«Nella mia carriera, moltissimo. Io cordochegiocavo,madopotrentaqua­
ero venuto in Italia due anni prima, ranta minuti vedevo i pallini gialli. Non
comprato dalla Roma. Non ero riuscito riuscivo a correre. Un peccato, perché i
a mantenere le promesse. Da esterno giocatori c'erano».
di centrocampo, il mio ruolo, avevo Poil'addio,nonsenzalasoddisfa­
giocato poco. Poi si era fatto male Car­ zionediavergiocatocomecapitano
bonieBoskovmiavevamessoindietro. dellaSampdoria.
Non mi piaceva. Con il fatto che cono­ «A me non piace essere capitano
scevo Mancini perché lo avevo incon­ della squadra. È capitato in qualche
trato e con il fatto che c'era Eriksson, partita ma non mi frega niente, il lea­ BaldiniallaDuePerle
che era un mio grande estimatore, der è un'altra cosa. Anche se non erocapitano, di certo i compagni mi hanno perandareagliEuropei
quando la Sampdoria mi ha cercato, ho
detto sì, ero contento. Ancora adesso, SinisaMihajlovicalFerrarisduranteladoppiasfidacontroilGenoa.IltecnicoèsubentratoallaguidadelCatania sempre rispettato, in gara come negli GENOVA.Ilcampioneolimpico
la Sampdoria è il posto giusto per un allenamenti. E gli avversari pure». dimaratonaaAtene2004Ste­
giocatore che vuole recuperare. C'è DituttiigolfattiallaSamp,quale fanoBaldini,cheamaggiocom­
poca pressione, l'ambiente giusto, l'at­ la, la, la, la, la... tira la bomba e facci so­ zierai". Non so se lo sono diventato, ma ricordaconpiùaffetto? pierà39anni,inaugureràlasta­
mosfera tranquilla. Furono quattro gnar”. Di tutte le canzoni che ho sen­ so che giocavo davvero bene». «Come chiedere a un padre qual è il gioneagonistica2010parteci­
anni bellissimi e io, la Samp, la porto tito per me, è di sicuro la più bella». GiocavabeneanchequellaSamp­ figlio preferito. Forse contro il Gras­ pandoallamezzamaratona
sempre nel mio cuore». AllaSampdoriaèlegataanchela doria,pienadicampioni. shoppers, punizione, tre dita... ». delleDuePerle,chesicorrerà,
Noniniziònelmiglioredeimodi: consacrazione di Mihajlovic come «Già, eravamo una bella squadra. In Harealizzatoisognidabambino? lungoilpercorsocheunisce
rigoresbagliatoinSupercoppa. difensore.Comeaccadde? alcuni anni avremmo sicuramente po­ «Il mio sogno da bambino era gio­ SantaMargheritaePortofino,il
«Già, contro il Milan. Fu un periodo «C'era Eriksson in panchina. Ri­ L‘’INVENZIONE tutofarequalcosadipiù.Hobeiricordi, care nella Stella Rossa. Ho giocato prossimo14febbraio(inquesti
un po' così. Ci fu anche la Coppa Uefa, e cordo bene, si era fatto male France­ DISVENGORAN anche di gol miei importanti. Come nella Stella Rossa e ho vinto scudetti, giornisistaduramentealle­
un altro rigore sbagliato da me, contro schetti. Eriksson mi chiamò e mi disse: ÈstatoEriksson quello dell'1­1 a Napoli, un gol che valse Coppa dei Campioni e Coppa Inter­ nandoinKenya).All’orizzontela
l'Arsenal. Adesso che ci penso, ho sba­ "Sinisa, devi fare il difensore". Io non lo la Coppa Uefa per la mia squadra». continentale. Il massimo. Adesso fac­ possibilitàdipartecipare,alu­
gliato più rigori che punizioni. Contro avevo mai fatto, andai da Moreno ainsegnarmi Poi l'arrivo di Menotti, l'inizio cio l'allenatore in serie A e spero sem­ glio,acampionatieuropeidi
l'Arsenal,però,eravamoinemergenza. (Mannini, ndr) e gli chiesi consigli. agiocareindifesa dellafinedellasuaesperienzablu­ pre di migliorarmi». Barcellona,doveBaldinivor­
Ricordo che avevo giocato di punta, "Nontipreoccupare disselui tudevi cerchiata. MagarivenireallaSampdoria? rebbedifendereiltitoloconti­
con Mancini, non avevo mai fatto quel stare tre metri dietro me e Vier­ emidicevache «El Flaco. Era arrivato dall'Argen­ «Perché no, anche se non mi piace nentaleconquistatoaGoteborg
ruolo. Poi entrò Bellucci, fece due gol chowod, ti guidiamo noi". Feci bene e tina, con idee totalmente diverse. Non dirlo perché adesso alla Sampdoria c'èsareidiventato quattroannifa.«Nonsoancora
non bastarono». la settimana successiva Eriksson mi ci faceva fare la preparazione come un altro allenatore. Le grandi squadre sesaròalviaaBarcellona–ha
Invece le punizioni, sempre mise di nuovo nella stessa posizione. ilmiglioreditutti eravamo abituati a farla in Italia. Lui sono un obiettivo per gli allenatori. La confidatoieriBaldiniannun­
grandisoddisfazioni. Mi diceva che avevo senso della posi­ faceva tutto sul campo, poca corsa. Per Juve, la Roma, la Samp... Mi spiace solo ciandoisuoipiani–,dovròprima
«Ilprimogol,loricordoancora,aBo­ zione, piedi buoni, ero discretamente SINISAMIHAJLOVIC le prime tre, quattro partite andavamo che domenica vinco io». testarelemiecondizioni.A
logna. Quando andavo a calciare i tifosi veloce: "Quando sarai il difensore più allenatoredelCatania bene. Poi quando gli altri hanno ini­ giampieri@ilsecoloxix.it SantaMargheritavaluteròatten­
intonavano la canzoncina: “Sinisa, la, forte del mondo ­ mi disse ­ mi ringra­ ziato ad andare anche grazie al lavoro ©RIPRODUZIONERISERVATA tamenteleprimesensazioni».
Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40
Produced with Yudu - www.yudu.com