This page contains a Flash digital edition of a book.
inprimopiano VENERDÌ15GENNAIO 32010
LATRAGEDIADIHAITI
LADISTRUZIONE
HAITI,PRIMAEDOPO
Ieri Google Earth, il servizio che
permette di osservare la terra
dall’alto, ha rifotografato via
satellite l’intera area di Haiti e,
nello specifico, della capitale
Port­au­Prince e del palazzo del
governo. Drammatico il risultato:
sono evidenti i segni della
distruzione pressoché totaleUngruppodihaitianiosservaattonitounastradadiPort­au­Princechenonesistepiù:ilterremotodimartedìserahafattocrollareipalazzi
Italiani,120insalvoe70dispersi
UnasquadraditecnicièsbarcataieriaPort­au­Princeperrintracciareiconnazionali
OLTRE UN CENTINAIO di ita­ cile, al momento, distinguere fra an­ giornata di oggi. >>DONAZIONI
liani rintracciati: per telefono, via In­ goscia, speranza e realtà. Nessuno è «Lungo le strade della città ha rac­
ternet attraverso il racconto di testi­ ancora riuscito davvero a verificare contato ancora uno dei membri del •••CHIVOLESSEfareungestodi
moni oculari. Ma di quasi altrettanti, queste notizie. team italiano ­ c’è un enorme caos: solidarietàversolapopolazionedi COSÌ È POSSIBILE
800.166.666.
UNICEFITALIA,tramite:C/Cpo­
almeno 70, non si ha ancora notizia. Insomma, a due giorni dal sisma le oltre alle centinaia di morti e feriti, vi Haiti,haadisposizionevarieorga­
Sonodispersi,inghiottitinell’inferno informazioni sono ancora estrema­ sono decine di persone che in auto, nizzazionicuiaffidareledonazioni. INVIARE DENARO
stalen.745000,causale«Emer­
genzaHaiti»;C/CbancarioBanca
di una città che non esiste più. mente frammentarie. Ieri un team di con pochi bagagli, tentano di lasciare CARITASITALIANA,C/Cpostale
Cento italiani salvi, che stanno tecnici italiani ha raggiunto l’isola ca­ la città ed altre centinaia che fanno la n.347013,causaleEmergenzater­ ALLA POPOLAZIONE
PopolareEtica,Iban:IT51R050
1803200000000510051;­carta
bene. E quasi altrettanto dispersi: è raibica e il loro compito iniziale è fila, con taniche e bidoni, ai pochi di­ remotoHaiti,oconaltricanali dicreditosuwww.unicef.it,oal
questo il primo bilancio ufficiale proprio quello di cercare di rintrac­ stributori di benzina aperti». quali:UnicreditBancadiRoma,via numeroverde800.745.000;comi­
della Farnesina, Il ministero degli ciare i cittadini italiani: in queste ore Molte persone vagano senza una Taranto49,Roma­Iban:IT50 tatilocaliUnicefintuttaItalia.
Esteri, dopo il disastroso terremoto sono in corso dei sopralluoghi negli meta precisa, altre sperano in un au­ H0300205206000011063119; AGIRE,attraverso:C/Cpostale
che ha colpito l’isola di Haiti e di­ ospedali e negli alberghi di Port­au­ tobus che le porti fuori città. Un’at­ IntesaSanpaolo,viaAurelia796, n.85593614,intestatoadAgire
strutto completamente la capitale Prince per cercare di avere informa­ tesa vana. Nel corso del sopralluogo
Port­au­Prince. zionipiùchiare.Ilteamitaliano,inol­ per le vie di Port au Prince, gli italiani Roma­Iban:IT19W03069050921
onlus,viaNizza154,00198,Roma,
«Gli italiani ad Haiti contattati di­ tre, ha il compito di individuare l’area hanno anche potuto constatare che 00000000012;­BancaPopolare
causale«EmergenzaHaiti»;boni­
rettamente o indirettamente attra­ dove sistemare l’ospedale da campo buonapartedellecasecrollateeraco­ Etica,viaParigi17,Roma­Iban:
ficobancariosulcontoBpm­Iban:
verso segnalazioni sono circa cento», che arriverà ad Haiti forse già nella struita con cemento scadente che in IT29U0501803200000000011
IT47U055840320800000000
ha detto Fabrizio Romano, il capo del nessun modo avrebbe potuto sop­ 113;­CartaSieDinerstelefonando
5856,causale«EmergenzaHaiti»;
dipartimento di Protezione civile portare una scossa di quel tipo. aCaritasItalianatel.06.66177001
donazioneonlinewww.agire.it.
AVSI,causale«terremotoHaiti»:
della Farnesina. La stessa Farnesina ILTIMORE Drammatica la testimonianza di (orariod’ufficio). Creditoartigiano,sedeMilano
ha comunicato che già nella matti­ Segnalate vittime LucaPanozzo,ilpilotadell’aereoFal­ CROCEROSSAITALIANA,causale Stelline,CorsoMagenta59Iban
nata di ieri aveva ricevuto «qualche con che ha trasportato ad Haiti i tec­ ProemergenzaHaiti,tramite:sms IT68Z035120161400000000
decina» di chiamate di familiari di italiane nel crollo nici italiani: «La situazione è davvero 48540perdonare2eurodanu­ 5000;­Contocorrentepostalen.
persone che si trovavano ad Haiti du­ tragica. Dall’alto vedi dei grandi ca­ meroWinde3;conbonificoban­
rante il terremoto, aggiungendo però di due alberghi
522474.
pannoni, che sembrano solidi, com­ cario«ProemergenzaHaiti»Iban: MEDICISENZAFRONTIERE,con
che sull’isola potrebbe esserci un nu­ della capitale: ma pletamente crollati. Vedi delle barac­ IT66­C010050338200000 cartadicreditoalnumeroverde
meroindefinitodipersonechenonlo copoli distrutte e tante macerie. La 0218020;­donazioneonlinecau­ 800.99.66.55;bonificobancario
hanno comunicato. «Inutile nascon­ non c’è conferma città rimanda solo un’aria di desola­ sale«ProemergenzaHaiti», IBANIT58D0501803200000000
dere che ci sono motivi di preoccupa­ zione e di distruzione ». www.cri.it;numeroverdetel. Unferitocuratoall’aperto 115000;­c.c.postale87486007.
zione», ha aggiunto Romano. MAXMAUCERI
I dati forniti dal ministero degli
Esteri parlano di 182 connazionali
iscritti ufficialmente all’anagrafe
consolare di Port­au­Prince, ai quali
si devono aggiungere altri dodici LASTORIA
compatrioti che si sono iscritti al sito
«Dove siamo nel mondo».
Ma secondo il portavoce del Mini­
stero c’è «qualche decina di persone “MADDA”, MISSIONARIA GENOVESE:
in più» rispetto all’elenco. «Il nu­
mero è quello degli iscritti all’ana­ della sussistenza.
grafe consolare, ma non vuol dire che «COSÌ HO SALVATO QUEI BIMBI» Anche il dispensario alimentare av­
quelle persone si trovassero fisica­ viato da “Madda” ­ dove vengono quo­
mente ad Haiti. Alcuni di questi NELLA DEVASTAZIONE di Haiti, dei camilliani a Port­au­Prince. Poi, tidianamente assistiti decine di bam­
iscritti possono aver lasciato il Paese Maddalena “Madda” Boschetti, una aveva iniziato una collaborazione con i bini denutriti ­ ha vacillato ma ha
senza comunicarlo e, al contrario, c’è missionaria laica genovese dal volto sacerdoti della diocesi di Milano che retto: è una struttura costruita con cri­
un numero indefinito di persone che dolcescolpitodaldoloreedallafatica,è operano a nord del Paese, in un’area teri di sicurezza europei.
avrebbero potuto trovarsi sull’isola diventata ­ suo malgrado ­ un’eroina. lontana dall’epicentro del sisma che «Sistannocontandoimorti,traino­
senza averlo comunicato», ha spie­ Ha portato in salvo un gruppo di giova­ oggi ha squassato Haiti: a Port­de­ stri giovani mancano all’appello quat­
gato Romano aggiungendo che «ci nissimi ricoverati nell’ospedale dei ca­ Paix, una cittadina che dista oltre 150 tro chierici haitiani­ racconta padre
sono ragioni serie di essere preoccu­ milliani, mentre attorno a loro cade­ chilometri dalla capitale. Separata da Cesare Ghilardi, camilliano a Genova ­
pati e noi lo siamo». «La situazione è vano mobili, si infrangevano le suppel­ una strada che sembra infinita: chilo­ Non possiamo fare altro che aspet­
devastante e il dolore di tutti noi è lettili e sui muri si aprivano crepe. metri di terra smossa e buche. Ma alla tare». Nel convento della capitale, in­
inimmaginabile ­ ha aggiunto il mini­ «È arrivata la prima scossa, ho radu­ fine di dicembre, Maddalena Boschetti vece, i quattro religiosi e le tre suore
stro degli Esteri, Frattini ­ Siamo an­ nato i ragazzi», è il suo breve racconto era tornata nel “suo” ospedale, per ac­ italiane che lavorano stabilmente
gosciati perché ci sono forse 100 mila alla sorella, spezzato da mille interru­ compagnareunbimbodisabilechefre­ nell’isola stanno bene. Ma è crollato il
morti e ci auguriamo di cuore che i zioni della linea telefonica ­ e li ho por­ quenta la scuola di Port­de­Paix. castello del pozzo che pescava l’acqua
tanti italiani che mancano all’appello tati in giardino». In salvo, mentre la Tra Genova e i paesi caraibici ­ defi­ potabile, il pericolo che alla catastrofe
stiano bene e che siano trovati». terra continua a tremare. niti “paradisi” senza andare oltre la pa­ seguano epidemie è concreto.
Il terremoto, come è noto, ha raso Sono frammenti di storie che scaval­ tinadorataoffertaaituristi­ ilegamidi Il passare delle ore scandisce l’alta­
al suolo anche la sede delle Nazioni cano lo spazio, viaggiando su linee fra­ solidarietà sono tanti. La missione cre­ lena di timori e speranze. «Uno dei
Unite di Port­au­Prince provocando gilissime. Il telefono, i cellulari, Inter­ ata dalla diocesi genovese a Santo Do­ confratelli che oggi sono ad Haiti è
almeno 36 vittime. Fra questi, sem­ net. Tutto compromesso, tutto preca­ mingo e oggi affidata al clero locale. Le padre Gianfranco Lovera ­ riprende
bra ufficialmente accertato, non ci rio. E il destino di una donna di 47 anni realtà sociali di San Benedetto a Las padre Cesare ­ è stato con noi a Genova
sarebbero italiani. La Farnesina ha apparentemente fragile ­ intrecciato Galeras, nella stessa isola. E ­ nel nome all’inizio degli anni Ottanta, in queste
lanciato un appello a tutti gli Italiani per alcuni drammatici minuti a quello di un gemellaggio ideale ­ la scorsa ore continuano a telefonare persone
che fossero a conoscenza di parenti e diunadozzinadiragazzidicuinessuno estate una delegazione del Movimento che l’hanno conosciuto. Posso tran­
amici che si trovano ad Haiti a met­ saprà mai il nome ­ resta sospeso per giovanile missionario dell’arcidiocesi quillizzare tutti: è sano e salvo».
tersi in contatto con l’unità di crisi ore. Finché il telefono a casa della so­ aveva vissuto due settimane ad Haiti: Ed è illeso il viceconsole onorario
chiamando il numero 06 36225. rella, a Genova, squilla prima che le nel cuore della povertà. Lì aveva cono­ Joanny De Matteis, genovese nato ad
Sempre nella giornata di ieri si linee tra Haiti e l’Italia si interrom­ sciuto (anche) Maddalena. Haiti, con la moglie Alessandra e la fi­
sono rincorse le voce più disparate: pano nuovamente. «Qui è una devasta­ «Sono in contatto con la sorella di glia:«Viviamoingiardinoinunatenda,
molti italiani, è il timore, sarebbero zione, i nostri bambini stanno bene. E “Madda” ­ racconta Lara, un’amica ge­ il tetto della nostra abitazione è crol­
stati ospiti dell’hotel Montana, com­ anche io...». novese ­ lei sta bene, ma di tante altre lato parzialmente», fa sapere. Il vice­
pletamente distrutto e fra le cui ma­ Storie che vengono ricostruite a mi­ persone che ho conosciuto durante console si è messo in contatto con il fi­
cerie ci sarebbero complessivamente gliaiadichilometrididistanza.Madda­ quella esperienza, in queste ore, sem­ glio Massimiliano che vive e lavora a
almeno duecento morti. Si è diffusa lena Boschetti ­ per tutti “Madda” ­ era brano essersi perse le tracce. Vivere Lugano, il quale ha avvertito gli altri
anche la voce di due italiani, un uomo partita da Genova per Haiti nel 2002, normalmente ad Haiti è terribile, le due figli che abitano in Liguria.
ed una donna, ospiti dell’Hotel Crhi­ con una laurea in Matematica in tasca, strade non esistono, tutto è precario». BRUNOVIANI
stopher, nella capitale, che risulte­ per andare a fondare il dispensario ali­ Il terremoto ha infierito su un mondo viani@ilsecoloxix.it
rebbero ancora dispersi. Ma è diffi­ mentare per i bambini della missione LamissionarialaicaMaddalenaBoschetticonunpiccolomalato costretto ­ spesso ­ a vivere già al limite ©RIPRODUZIONERISERVATA
Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40
Produced with Yudu - www.yudu.com