This page contains a Flash digital edition of a book.
cult&uspetrtacoali
VENERDÌ15GENNAIO2010 15
ROBERTOBOLAÑO L’ANNIVERSARIOTobino,loscrittore
WarGames, cheparlavaconlafolliaa Madrid, in cui acquistò l’“Opera Po­etica” di Jorge Luis Borges che lesseper tutta la notte e fino all’alba, “come DomaniaViareggiose la lettura di questi versi fosse per
SergioZavoliriceveràme l’unica possibile”. La raccoltal’ultimasfida
degli articoli giornalistici di “Tra pa­ ilpremioinoccasione
rentesi” rivela l’autore versatile e il delcentenariodella
lettore vorace e provocatore, ma è nascitadelromanziere
stata la pubblicazione postuma di
“2666”, entrato nella classifica del LA MIA VITA è qui, nel Manico­
NewYorkTimesdei dieci libri più im­ mio di Lucca. Qui si snodano i miei
portanti del 2008, febbrile e disperata sentimenti. Qui sincero mi manife­inCostaBrava
opera totale, in cui personaggi e au­ sto. Qui vedo albe, tramonti e il
tore si dibattono fra rovine e simula­ tempo scorre nella mia attenzione.
cridisalvezza,adarecontodellagran­ Dentro una stanza del Manicomio
dezza del suo universo narrativo, che studio gli uomini e li amo. Qui at­
ne ha fatto il nuovo punto di riferi­ tendo: gloria e morte. Di qui parto
mento delle lettere ispaniche negli per le vacanze. Qui, fino a questo mo­
Stati Uniti, in Gran Bretagna, in Fran­ mento sono ritornato. Ed il mio desi­
cia, Germania e in Italia. derio è di fare di ogni grano di questo MarioTobino,psichiatraescrittore
Esce in Spagna il primo romanzo inedito dello Anche il 2010 sarà nel segno di Bo­ territorio un tranquillo, ordinato,laño, a cominciare dalla pubblica­ universale parlare”.
scrittore cileno, “Il Terzo Reich”, mentre Adelphi zione in Spagna del suo primo ro­ Così Mario Tobino, lo psichiatra e In occasione del centenario admanzo inedito, uscito nei mesi scorsi scrittore che nasceva cento anni fa, il aprile saranno aperte al pubblico,dalla cassa che conteneva i vecchi ma­ 16gennaio1910,aViareggio,descrive nell’ex ospedale psichiatrico di Ma­
pubblica in Italia “Tra parentesi”, diari e saggi noscritti. Annunciato dall’agente let­ se stesso nel suo romanzo forse più giano le “Stanze di Tobino” dove loterario di Bolaño, il potentissimo An­ famoso, “Le libere donne di Ma­ scrittore visse fino alla morte, nel
drew Wylie, alla scorsa Fiera di Fran­ gliano”. Tobino si laureò in medicina 1991. È una delle molte iniziative, or­
coforte, “Il Terzo Reich” (edizioni a Bologna nel 1936 e trascorse l’in­ ganizzate tra Viareggio e Lucca, che
PAOLADELVECCHIO Anagrama, 368 pagine, 18 euro) è am­ tera vita professionale negli ospedali costelleranno il 2010. Nell’ala re­
bientato sulla Costa Brava: nella pic­ psichiatrici di Bologna, Ancona, Go­ staurata del quattrocentesco “Spe­“A
LLORA, cos’è una cola località balneare di Blanes lo rizia, Firenze, diventando negli anni dale de’ Pazzi”, oltre alle stanze di
scrittura di qua­ scrittorevissedallafinedeglianni’80. Settanta uno dei più convinti opposi­ Tobino, mantenute con il loro spar­
lità? Beh, quello Protagonista è Udo Berger, un ven­ tori della riforma Basaglia, con la tano arredamento originale ­ scriva­
che è sempre ticinquenne tedesco fanatico di war­ quale vennero chiusi i manicomi; nia, penne, macchina per scrivere del
stata: saper mettere la testa nel buio, games ­ come lo era lo stesso Bolaño ­ delle polemiche contro la legge 180 medico­scrittore ­ troveranno sede
sapere saltare nel vuoto, sapere che la che passa le giornate a studiare nuove Tobino diede conto nel libro “Gli ul­ anche il museo e un Centro di docu­
letteratura è fondamentalmente un strategie per il suo gioco di strategia, timi giorni di Magliano”, del 1982. mentazione multimediale sulle
mestiere pericoloso. Correre lungo il “Il Terzo Reich”, appunto. Con la sua Dall’esperienza di ufficiale medico opere dello scrittore.
bordo del precipizio: da un lato un ragazza, Ingeborg, una sera in disco­ durante la Seconda guerra mondiale Obiettivo delle istituzioni e della
abisso senza fondo, e dall’altro i volti teca incontra un’altra coppia di tede­ trasse uno dei suoi capolavori “Il de­ Fondazione Tobino è trasformare il
cheunoama,isorridentivolticheuno schi, Charly e Hanna. Charly lo fa en­ serto della Libia”, disincantato e iro­ Centro in una sede di studio e ricerca
ama, e i libri, e gli amici, e il cibo. E ac­ trare in contatto con altri personaggi nico diario di guerra, uscito nel 1952. sul rapporto tra letteratura e psichia­
cettare questa evidenza anche se a dai soprannomi singolari come il La guerra e la malattia mentale fu­ tria e sulla storia e gli sviluppi del
volte ci pesa più della terra che copre i Lupo e l’Agnello, e poi Frau Else e so­ rono i grandi temi dei suoi romanzi, trattamento della malattia mentale
resti di tutti gli scrittori morti. La let­ prattuto l’enigmatico Quemado, lo assieme alla Resistenza, cui dedicò in Italia. Oggi intanto si inaugura al
teratura, come direbbe un’andalusa Sfigurato, con il quale giocherà una “Il clandestino”, con il quale vinse il Palazzo Paolina a Viareggio la mo­
folcloristica, è un rischio”. partita all’ultimo sangue. Premio Strega nel 1962. Nel 1953 stra “Le immagini del vivere. Scrit­
Tutta la scrittura di Roberto Bo­ La storia del manoscritto non è del uscì “Le libere donne di Magliano”, ture e figure di Mario Tobino”, men­
laño, scomparso nel 2003 a 50 anni e tutto chiara, dal momento che né i diario di uno psichiatra nel manico­ tre domani alle 9 al teatro Eden di
al culmine della sua produttività, ha vecchi rappresentanti dello scrittore, mio di Lucca. La follia ricompare in Viareggio sarà consegnato a Sergio
sempre ruotato intorno a questi due né il suo editore, Jorge Herralde, pare “Per le antiche scale”, con il quale Zavoli il premio “Viareggio­Tobino”.
poli: la coscienza della morte e l’affer­ fossero al corrente dell’esistenza. Ma, vinse il premio Campiello nel 1972. G.G.
mazionedellavita.Nelsuodiscorsodi secondo l’agenzia Wylie, che ha rile­
accettazione del premio Romulo Gal­ vato la storica agenzia barcellonese di
legos, ricevuto nel 1999 per il suo “I Carmen Balcells, il testo è “un ro­
detective selvaggi”, che l’aveva final­ manzo completo, dattiloscritto e me­ L’INCONTRO
mente consacrato al successo lettera­ ticolosamente corretto a mano”,
rio, lo scrittore cileno considerava scritto nel 1989, prima cioè di quando
“tutto quello che ho scritto finora” Bolañocominciòausareunpc.Ilfatto Maggiani:«L’EcceHomo?
come “una lettera d’amore o d’addio che l’autore ne avesse riversato le
alla mia generazione”. Parlava delle prime 60 pagine nel computer sa­ Solounragazzochesoffre»
sue tante patrie – la lingua, la memo­ rebbe la dimostrazione della sua vo­
ria, la lealtà; della sua esperienza di lontà di considerarlo concluso .
“calligrafodelsogno,chehalasciatoai Ma“IlTerzoReich”nonsaràlasola IlnarratoreaPalazzo
lettori letteratura pura e dura”, come sorpresa dell’archivio che, alla ma­ Spinolaharaccontato
ricorda l’amico Enrique Vila­Matas. niera delle scatole cinesi, racchiude
Era il testamento involontario di uno altri tesori, testimoni della inesauri­ ilsuorapportopersonale
dei narratori più influenti dell’Ame­ bile capacità creativa di Bolaño: da conilcapolavoro
rica Latina, l’unico capace, dai suoi testi su una vergine ninfomane di diAntonellodaMessina
territori selvaggi e disperati, di com­ Barcellona a una satira spietata che
petere con gli autori del boom, con­ ha per protagonista il torero Fran Ri­ «QUANDO entro nella stanza mi
vertendosi in pochi anni da fervente vera, ai versi inediti che risalgono appoggio allo stipite, lo guardo da
poeta marginale, critico controverso all’epoca del realismo viscerale, con il lontano e lo riconosco all’istante. E’
e habitué di concorsi letterari, in RobertoBolaño,diventatouncasoletterariodopolamortenel2003 Primo Manifesto del Movimento In­ mio fratello e sta male, è mio fratello
un’icona per le nuove generazioni. frarealista. Andranno ad aggiungersi e non ce la fa più». Lo scrittore e il
Col “Discorso di Caracas” culmina alle opere postume già pubblicate, as­ Cristo in croce, l’uomo «cristiano,
“Tra parentesi”, pubblicato da Adel­ per la letteratura, della sua traversia Pauls, Rodrigo Fresan, Ricardo Piglia, sieme ai racconti e alle conferenze del ma forse no» e l’Ecce Homo, Mauri­
phi (320 pagine, 29 euro, traduzione nel mondo dei libri, che Bolaño, nato Rodrigo Rey Rosa o Juan Villoro, e volume “El secreto del mal”, recupe­ zio Maggiani e Antonello da Mes­
di Maria Nicola) una nuova opera po­ dislessico e autodidatta, amava da in­ spagnoli, da Vila­Matas a Garcia rati da Ignacio Echevarría dall’hard sina. È un incontro strano, intimo e
stuma di Bolaño, dopo il capolavoro domabile lettore più che da scrittore Porta, a Javier Cercas. E, dato che ha disc dell’autore; e “La Universidad provocatorio quello avvenuto a Ge­
“2666”, edito sempre da Adelphi. È ribelle. Peraltro rimasto inedito fino rispetto solo per coloro che non te­ Desconocida” che, come spiega nella nova alla Galleria Nazionale di Pa­
una raccolta di saggi, articoli, fram­ all’età di 44 anni: lui stesso si diceva mono di “mettere la testa nel pozzo”, “Breve storia del libro” introduttiva la lazzo Spinola, nato da un’idea MaurizioMaggianiel’EcceHomo
menti di diari e discorsi pubblicati fra convinto che non sarebbe mai stato non esita ad affermare che Isabel Al­ vedova di Bolaño, Carolina Lopez, è dell’Associazione Amici dei Musei
il 1998 e il 2003 ­ dall’anno in cui pubblicato in vita. lende non è una buona scrittrice; che un’opera accuratamente pensata e Liguri: mettere a confronto
seppe della sua malattia al fegato a L’autore rivela molte delle sue in­ Nicanor Parra è un poeta di gran strutturata lungo gli anni. Bolaño non un’opera d’arte e un artista che di volto lì, esattamente quel volto lì».
quello della morte ­ selezionati dal fluenze e dei suoi gusti letterari, da lunga migliore di Vicente Huidobro, volle mai pubblicarla in vita, forse arte esperto non è, ma è comunque Ed è per questo che l’Ecce Homo
critico Ignacio Echevarría, da cui tra­ Borges a Philip K. Dick, a Nicanor Gabriela Mistral e di Pablo Neruda. considerandola un punto di non ri­ “sguardo” diverso, profondo, impre­ diventa ai suoi occhi anche “poli­
pela l’autoritratto dello scrittore, che Parra. Ma traccia anche una mappa Ammira“lanaturadellapoesiabor­ torno. Insostenibile anche per lui, co­ vedibile. E così è stato. «L’Ecce tico”. «È un Cristo condannato a
pure detestava le autobiografie. Una frammentaria della letteratura con­ gesiana”, in cui “c’è intelligenza, va­ stantemente in bilico sul baratro. Homo di Antonello da Messina è morte dall’establishment, dal po­
“cartografia personale” della sua poe­ temporanea in lingua ispana, con lore e disperazione” e regala il ricordo pdelve@katamail.com l’unica vera sindone che io conosca» tere. La sua sofferenza, il suo “non ce
tica, della sua passione e attitudine scrittori latinoamericani, come Alan di quel giorno del 1977, quando era già ©RIPRODUZIONERISERVATA ha cominciato lo scrittore toglien­ la faccio più” è rivolto ai suoi marti­
dosi gli occhiali, il giubbotto anti­ rizzatori. E quanti milioni di ragazzi
vento addosso, lo zaino appoggiato hanno mostrato quella faccia e
INLIBRERIA PROMOSSI&BOCCIATI L’NTERVISTA ILPARADISO per terra. «Ce ne saranno centinaia quello sguardo a centinaia di mi­
GLIEDITORIITALIANI DABORGESADALLENDE L’EROE“POSTUMO” COMEVENEZIA di crocifissi ricchi di espressività gliaia di soldati, governatori, prefettistraordinaria, ma quello che ho pro­ che li stavano martirizzando e ucci­
InItaliailibridiRobertoBolaño L’ultimaintervistaaRoberto vato quando l’ho visto per la prima dendo. È quello sguardo, quello lì».
sonostatipubblicatiprimada Bolaño,realizzatanelluglio2003 volta è unico. Ho visto laggiù mio Maggiani non ama i musei. Dice che
SellerioequindidaAdelphi. dallagiornalistaMónicaMaristain, fratello che stava male da morire e io ha abitato a Firenze due anni, pas­
“2666”,ilromanzochehafatto fupubblicatasull’edizione sapevo perché. Vi sembra il figlio di sava tutti i giorni davanti agli Uffizi e
nascereil“caso”letterario,è messicanadiPlayboy.Loscrittore Dio che non vede l’ora di ascendere a non è mai entrato. Non è mai stato al
uscitoinduevoluminel2007e confessacheglisarebbepiaciuto suo padre? Vi sembra il volto di una Louvre, all’Ermitage è fuggito alla
nel2008eraccoltodaAdelphilo essereundetectivedellaomicidi, divinità superiore a qualche uma­ seconda sala ed è stato fuori tre ore a
scorsoannoinedizionetascabile dicechelaparolapostumogli nità? No, è il volto di un ragazzo che guardare la prospettiva della piazza.
(963pagine,22euro).Sempre sembrailnomediungladiatore non ce la fa più, è insultato, è pic­ Ma alla Galleria di Palazzo Spinola
loscorsoanno,Sellerioha romanoeragionasullamorte: chiato, flagellato, sputato». E subito dice di starci bene. «Qui mi sento a
ripubblicato“Stelladistante” Fragliscrittoridiriferimentodi “Preferireinonmorire,chiaro, Nell’ultimaintervista,Bolaño lancia un flash, un’altra immagine, casa, mi sento accolto. C’è la luce
(204pagine,8euro),“Idetective BolañocisonoJorgeLuisBorges, peròprimaopoiladistinta rispondeaunadomandasuche di oggi, di ogni tempo, di sempre. giusta. Nei musei c’è un immensità
selvaggi”(808pagine,16,50 NicanorParra,JamesJoyce,Ezra signoraarriva,ilproblemaèchea cosaèilparadiso:“Come «Scendete in strada e prendete un di roba, troppa. A volte appena entro
euro).SempredaSelleriosono Pound,EugenioMontale,Anton voltenonèunasignoranétanto Venezia,spero,unpostopienodi ragazzo di vent’anni, un maroc­ mi sento male, quando vedo la pira­
usciti“Anversa”,“Ilgaucho Cechov,RaymondCarver.Frai menoèdistinta,mapiuttosto, italianeediitaliani.Unluogoda chino, un italiano, uno spacciatore, midefuoridalLouvrenonpossofare
insostenibile”,“MonsieurPain” bocciati,IsabelAllende,Gabriela comediceNicanorParrainuna usareeconsumareechesache uno studente modello, spogliatelo, a meno di aspettarmi una corda con
“Unromanzettocanaglia” Mistarl,ArturoPérez­Reverte poesia,èunaputtanainsaziabile” nientedura,neancheilparadiso” attaccatelo al muro, sputatelo e dite­ un impiccato che dondola dentro».
gli “tu non sei niente”. Avrà quel RAFFAELLAGRASSI
Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40
Produced with Yudu - www.yudu.com