This page contains a Flash digital edition of a book.
BIOGRAFIA OPUSCOLO NUMERO TREDICI CAPITOLO VENTICINQUESIMO


IL FRATELLO BRANHAM RIENTRA A CASA


Le Sante Scritture affermano che quaggiù noi siamo stranieri e pellegrini, ma che


un giorno questo pellegrinaggio della nostra vita terrestre deve terminare con la morte. Se questa tappa sembra così dolorosa per coloro i quali restano, non lo è per il credente che rientra a casa, dove altri beati lo attendono. Gli avvenimenti che hanno comportato la morte improvvisa del fratello Branham ci sono dati dal pastore Pearry Green (1).


Sabato 18 dicembre, il nostro fratello Branham lasciò Tucson, Arizona, con la sua


famiglia, per ritornare a Jeffersonville, Indiana, per le vacanze di Natale. Lasciarono Tucson verso le ore sei del mattino per fermarsi a Benson, Arizona, al ristorante Hank e fare colazione. A mezzogiorno, mediante l’autostrada, avevano raggiunto la città di Alamogordo, nel Nuovo Messico, e avevano consumato il loro pasto al ristorante. Al pasto della sera, verso le ore diciotto, arrivarono a Clovis, Nuovo Messico e si fermarono per cenare al ristorante Denny.


Il fratello e la sorella Branham, Sarah e Joseph viaggiavano nella station-wagon


del fratello Branham. Vi darò la descrizione di questa macchina perché, oltremare, alcuni hanno dichiarato falsamente che egli era stato ucciso nella Cadillac che gli uomini d’affari del pieno Vangelo gli avevano dato. Ma, egli viaggiava nella sua Ford station-wagon, modello 1964, che aveva già percorso ottantottomila chilometri e si preparava a rendermi questa macchina. Per le vacanze di Natale, dovevo prendere l’aereo per Jeffersonville e riportare io stesso la macchina a Tucson ed egli doveva


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24