This page contains a Flash digital edition of a book.
spalle a una persona simile, che era stata confermata come essere un servitore di Cristo? Avete notato le parole di Paolo qui: “Per amore del secolo presente”.


Adesso, non penso che Dema fosse ricaduto. Non penso che abbia fatto questo. Ma, penso che aveva una falsa opinione di Paolo.


Ora, Dema veniva da una famiglia ricca ed era fortunato e, a volte, per alcuni, il


denaro significa religione. Come si dice in California: “Se non possedete tre Cadillac non siete spirituali”. Dunque, questo vuol dire che se voi non avete successo, se voi non avete la chiesa più bella della città, le persone non vogliono venire. Qui, è pres- sappoco così. Altrimenti, si dirà: “Voi, oh, volete dire che vi siete uniti ad un piccolo gruppo simile?”. Sapevate che il nostro Signore non aveva posto dove poggiare la Sua testa? Sapevate che Egli non aveva che un solo mantello? Io credo che Dema vide una debolezza, apparentemente, nel ministerio di Paolo. Io credo che egli pensasse che il povero fosse fuori combattimento davanti a Dio.


Paolo disse: “Voi vi sareste almeno cavati gli occhi per darmeli”. Noi lo pensiamo,


Paolo aveva degli occhi non buoni, poiché disse: “Io ho scritto in così grandi lettere”. Era a Roma, in prigione laggiù. Qualcosa non andava; disse che dopo la visione celeste, i suoi occhi gli avevano causato dei fastidi. Le persone si sarebbero cavati gli occhi e, per tre volte, egli domandò al Signore di guarirlo. E disse: “É perché io non sia gonfio d’orgoglio per l’abbondanza della rivelazione, che mi è stato mandato un messaggero del diavolo affinché mi avvilisca”. Poco prima andava abbastanza bene e, poi, questo lo colpiva di nuovo.


Vedete, Paolo aveva un ministerio più grande di tutti gli altri apostoli insieme.


Qualcuno in mezzo a loro avrebbe potuto dire: “Ebbene, ho camminato con Gesù”. Molti uomini nella strada camminarono con Lui quando Egli era qui. Paolo li superava di molto. E disse: “Affinché, adesso, io non sia gonfio d’orgoglio e non dica: ‘Voi, ragazzi, non conoscete niente. Io ho visto il Signore dopo la Sua resurrezione’”. Egli incaricò Paolo. Allora, Paolo disse: “Io mi glorificherò nelle mie infermità, perché, quando io sono debole, è allora che sono forte”.


Adesso, avete notato, un uomo che aveva un ministerio più grande di chiunque in


mezzo a coloro che erano stati nel campo missionario, Paolo, il più grande ministerio di tutti quelli, il quale aveva visto Gesù in una Colonna di Fuoco ed era stato incaricato da Lui per fare ciò che ha fatto e che è stato confermato dallo stesso Dio, la stessa potenza, con dei segni e dei miracoli al di là di ogni sospetto. Ed egli era così povero che non aveva che un solo mantello, predicava ad un gruppo di persone


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31