This page contains a Flash digital edition of a book.
Io non gliela do vinta!


E’ Giovedì 14 Novembre e il Presidio


del Diabete,


Combattere il diabete è più facile se siamo informati del Volontariato


dell’ITTS “A.VOLTA” accoglie, per la prima volta in assoluto per celebrare la Giornata Mondiale


l’Associazione Giovani


con


Regionale Diabete


dell’Umbria, nella figura di Enrico Piano, presidente e Dino Iorio, giovane con diabete e tutor nei campi scuola per ragazzi con diabete. All’evento erano presenti anche la Vice presidente


della Regione


Umbria dott.ssa Carla Casciari ,


il Vice presidente della


Provincia di Perugia dott. Aviano Rossi e per il Cesvol di Perugia la dott.ssa Serena Colajanni ed una infermiera dell’Associazione. Nel 1976 nasce l’Associazione Giovani con Diabete e da allora la gestione di tale patologia è migliorata notevolmente. Oltre ai numerosi eventi e contributi ci sono i organizzati


dall’Associazione in


dato una svolta alla nostra scuola. Il sapere è l’arma migliore questa


per combattere terribile patologia.


Quest’ultima si distingue in 2 tipologie: il Diabete di tipo 1 che è quello che colpisce i giovani tra cui anche alcuni dei nostri compagni. Il Diabete di tipo 2 che è quello che si concentra sulla popolazione adulta ed anziana. Il Diabete di tipo 2 è legato sia alla familiarità genetica che allo stile di vita ,


sbagliata alimentazione,


infatti, una la


Campi Scuola proprio cui


vengono tutelati adolescenti e bambini tramite l’informazione , l’educazione e il sostegno psicologico. seguire per


Esempio diffondendo da


aiutando chi soffre di questa patologia


noi studenti il


sapere e promuovendo il superamento dell’ignoranza e dei pregiudizi.Questo evento è stato molto costruttivo e ha


sedentarietà e il sovrappeso favoriscono il manifestarsi della patologia. I segni ed i sintomi del manifestarsi della patologia possono essere nel Diabete di tipo 1 un’eccessiva fame e sete, bisogno di minzione frequente , ma non solo, anche il perdere peso velocemente può essere un segnale di allarme. Durante l’incontro ci è stato detto che fra le problematicità di avere il diabete c’è l’ipoglicemia, che è un calo degli zuccheri nel sangue; esso improvviso


senso


causa un di


svenimento, sudorazione, una vista sfuocata e necessita di un intervento rapido per ridare zucchero all’organismo. In casi gravi, quando c’è perdita di coscienza,


è necessario


somministrare con una siringa il Glucagone per intramuscolo,


che è un farmaco salvavita. Questi sono alcuni dei sintomi che si possono manifestare ,ma non per questo bisogna arrendersi,


anzi…Si deve


combattere tramite l’attività fisica, una giusta alimentazione ed una corretta assunzione dell’insulina. Alla base della prevenzione c’è il sapere, il conoscere la patologia e le sue conseguenze. Esso aiuta per un miglior sostegno sociale e psicologico delle persone con questa patologia che non si devono sentire discriminate. In questo contesto la scuola si deve attrezzare per tutelare e proteggere chi ha bisogno iniziando con dei corsi di formazione per tutti, studenti e docenti, così da superare paure e pregiudizi in quanto siamo tutti uguali, nessuno è superiore o inferiore, ed è necessario far comprendere che avere una patologia come il Diabete non ci rende diversi o deboli. Poter gestire la patologia diabetica a scuola è un diritto e deve essere condiviso


da AviNews parla tutti. dell’evento


http://www.avinews.it/2013/11/ 14/anche-litts-volta-perugia- per-la-giornata-mondiale-del- diabete/ Ivan


Marius


4AI


Page 4


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6