This page contains a Flash digital edition of a book.
| SAN BAO


Pensiero Medico Cinese Tratto da “Lezioni di MTC”


La Medicina Tradizionale Cinese è un universo di conoscenze e tecniche di varia natura, con approcci diversi ma tutti orientati verso una visione globale dell’essere umano. E’ un insie­ me di tecniche terapeutiche che, a partire da una concezione della vita e dell'uomo elaborata nei primi secoli a.C., ha permesso ai Cinesi di studiare e di trattare globalmente le questioni che si sono posti e si pongono sulla salute.


Il termine «tradizionale» precisa il fatto che il fondamento di questo sapere è antico, che si rifà alle antiche tradizioni popolari, al sapere trasmesso “di bocca in bocca” e che la cono­ scenza sempre più approfondita in campo medico non ha escluso, ma anzi ancora oggi si rifà a quei principi filosofici elaborati nell'anti­ chità e sistematizzati sotto la dinastia Han (206 a.C. ­ 220 d.C.). Da qui nasce la necessità di una trattazione della filosofia che sta alla base di questa medicina. Infatti la medicina cinese affonda le sue radici in un pensiero, in una logi­ ca, in generale in una civiltà che è molto diver­ sa dalla nostra e che ha sviluppato una propria concezione dell'uomo, del corpo, della salute e della malattia.


Studiare la Medicina Tradizionale Cinese, non significa solo capire le leggi che regolano gli stati di salute o malattia degli esseri umani, significa più che altro cominciare un viaggio verso la comprensione dell’essere umano, di questo Uomo facente parte della natura, che ne regola suo malgrado i ritmi e le leggi; significa fare un passo in più verso la conoscenza di se stessi. In Cina infatti medicina e filosofia non sono separabili tra loro! Ma che cosa intende e per filosofia? Il popolo cinese è un popolo che ama la concretezza, e la filosofia non può esse­ re astratta, ma deve cogliere in ogni istante i movimenti della vita. Ha quindi riportato que­ sta filosofia pratica in tutto lo scibile umano: l’agricoltura, la medicina, la lotta, la sessuologia


3


ed altro; ma lo ha fatto con un linguaggio erme­ tico, o meglio simbolico, come la stessa scrittu­ ra cinese ci obbliga a fare. Per penetrare il senso bisogna essere degli iniziati, conoscere cioè tutti i codici di accesso, la logica interna, la filosofia che li sostiene.


Da qui la difficoltà di leggere, comprendere, interpretare, tradurre e la necessità di com­ mentare. Nei testi di medicina che parlano del dispiegarsi della vita umana, il vocabolario usato è sì tecnico, ma spesso si rifà ad entità sensibili che non sono quantificabili. Quando si parla di combina¬zioni nell'uomo, non sempre si parla di combinazioni chimiche o di realtà di ordine biologico e fisico. Ad esempio, quando si dice che “l'uomo è il frutto del combinarsi dei Soffi del Cielo e della Terra”, che cosa si inten­ de per Cielo e per Terra? Il Cielo non è certo il cielo materiale che siamo abituati a vedere, ma un principio supremo, quello della iniziativa della vita. La Terra è tutto ciò che non è Cielo, e più precisamente incarna tutte le funzioni della maternità: dà le forme, contiene gli esseri, è il luogo del radicamento, nutre, protegge, pro­ prio come è detto in tutte le civiltà antiche.


L’uomo, con la sua salute e le sue malattie, è da sempre il campo di indagine di ogni medicina. Ovviamente, le diverse scienze mediche sono il frutto della cultura del paese di origine; è per questo motivo che ognuna presenta delle diffe­ renze rispetto alle altre, visto che sono suppor­ tate da una diversa concezione dell’universo e dell’uomo. Il pensiero analitico occidentale, basato sul concetto di identità, sul metodo deduttivo e su una logica illuministica, ha dato origine ad una medicina che, nel corso degli anni, è divenuta sempre più specialistica, abi­ tuata ad indagare approfonditamente sul tessu­ to, sul viscere o sull’organo malato.


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42