This page contains a Flash digital edition of a book.
La materia IL SUOLO


Lo strato che ricopre la superficie terrestre, che noi siamo abituati a chiamare terra, è definito dagli scienziati suolo. Dal suolo e dalle sue caratteristiche dipende la vita delle piante e degli animali di un ambiente. Il suolo è un insieme di diversi elementi.


La parte più superficiale è la lettiera dove puoi trovare foglie secche, rametti ed escrementi di animali.


C’è poi una parte, la parte più fertile del terreno, formata dalla decomposizione di resti di piante e animali. Questa parte di suolo viene chiamata humus, parola che in latino significa “terra”.


Nell’humus è possibile trovare una notevole quantità di animaletti microscopici che si nutrono di tali resti.


Lo strato successivo, dove gli alberi affondano le radici, è formato soprattutto da argilla, sabbia e frammenti di roccia.


Segue poi uno strato composto solo da rocce sgretolate chiamato sottosuolo e sotto il sottosuolo c’è la roccia madre dura e compatta.


ESPERIMENTO I componenti del terreno


Versa in un barattolo trasparente dell’acqua e della terra raccolta nel giardino. Dopo alcuni giorni potrai osservare i vari strati che si sono formati. Dallo strato più in alto a quello più basso puoi osservare:


l’humus • l’acqua • l’argilla • la sabbia • la ghiaia Scrivi tu nei cartellini le parole al posto giusto.


.................................... ....................................


.................................... .................................... ....................................


109


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113  |  Page 114  |  Page 115  |  Page 116  |  Page 117  |  Page 118  |  Page 119  |  Page 120  |  Page 121