This page contains a Flash digital edition of a book.
22 UN VIAGGIO LUNGO UN SOGNO– Il viaggio in solitaria del nostro amico Did748 (a cura di Did748)


Proseguo


Bravo, ho parlato con lui in inglese, ribadisco in inglese, per 20 minuti! E‟ pure simpatico! In bocca al lupo amico. Della piccola truppa con cui sto condividendo


questa


traversata


parlerò in seguito, al fine di non irritare troppo il Dio della nausea al quale, per ora, sembro essere entrato nelle grazie. Mi limito a nominarli: ROMA e BRESCIA con Aprilia Caponord raid; BERGAMO con Ktm da enduro 4 tempi; TORINO Honda Africa twin; VENEZIA Bmw 1200 gs.


Ore 16.30


Ho parlato un po' con un ragazzo che sta in cabina con me, un altro sacrificabile. Legge la bibbia, forse per raccomandare la sua anima a Dio, visto il mare. Da quel che ho capito studia teologia, e sta andando alle Faer-Oer, non ho capito bene a fare che! Le due bambine invece, bellissime, indisciplinate, occhi azzurri profondi, sguardo fiero che solo una etnia così orgogliosa può avere, sono delle Faer- Oer, e tornano dalle vacanze. Belle, fiere, sicure di loro stesse già a 12 anni, sono a loro agio in questo mare, il loro mare, come solo loro possono! Io


ed il teologo le invidiamo un po'. Mi son fatto una bella doccia, mi son ripreso un po', sto meglio!! Cazzo, appena entrato in bagno, mi giro e che ti vedo: un ragazzo con qualche


evidentemente,


problema che


si


mentale stava


masturbando in piedi di fronte ad un pisciatoio per uomini, pronto ad indirizzare il frutto del suo amore verso il vasetto per urina! Incredibile! E quando sono entrato,


invece di


vergognarsi e dileguarsi nel minor tempo possibile, mi ha rivolto uno sguardo infastidito, perché causa la mia presenza doveva terminare il suo sollazzo!!! Incredibile!! Si balla, cazzo, sempre di più! Solo il grande desiderio di questo viaggio mi permette di affrontare tale situazione con positività e con il sorriso sulle labbra. Passiamo ad i miei compagni di traversata: TORINO: personaggio di circa 40 anni, secco, rasato, di grande cultura acquisita in numerosi viaggi ed avventure che ha scelto di affrontare nella sua vita. Il mondo in lungo ed in largo ha visitato, spesso in moto, vivendo i suoi viaggi a contatto con la gente e le culture. Africa, Est Europa, Nord Europa, Medio Oriente, Estremo Oriente. Gran persona, ma con un grande neo: manca di umiltà, una di


quelle classiche persone che parla solo lui, solo lui è stato, solo lui ha fatto. Ed il parlare del suo interlocutore, quando raramente riesce ad avvenire, viene vissuto da lui solo come una interruzione dei suoi racconti, del suo parlare. Ma almeno lui ha fatto! C'è chi è così senza neanche aver fatto! Peccato però, perché è un lato che rende una persona interessantissima, una rottura di coglioni, uno sborone. Ha ripetuto in 24 ore circa 30 volte che raggiunge amici già in Islanda. Potesse pensare che sia uno sfigato come sono io, che stà viaggiando solo!? BERGAMO: ragazzo di 1.90 metri per 90 kg,


rasato, appassionato di


elettronica. Porta con se gps, reflex digitale, schermo lcd su cui mentre scrivo gli altri


guardano, con


adrenalina crescente, le avventure motociclistiche di Ewan Gordon Mc Gregor nel estremo oriente. Classico bergamasco, voce forte da montanaro, lavoratore manuale,


non troppo


espansivo (d‟ altronde con TORINO è difficile esserlo), concede solo una piccola parte di se.


continua


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28