This page contains a Flash digital edition of a book.
4


il limite lo raggiunge pian piano che passano i giri, non è affatto uno di quelli che entra in pista e gli dà il gas a secchiate senza nemmeno scaldare bene le gomme. Giro dopo giro entra in contatto con quella che è la sua dimensione,


Ho finalmente rivisto il Max che conoscevo, quello che a bordo della sua vecchia Monster 900 faceva cose bellissime sulla Val Nerina, ma che in pista non era mai riuscito ad ottenere. A metà della giornata mi viene vicino facendomi vedere la


saponetta


grattugiata, non ce ne era bisogno si vedeva benissimo che quel ginocchio sfiorava l’asfalto ad ogni curva.


La sua è una guida pulita e prudente,


cercando di essere sempre più veloce del giro precedente. Oggi il tempo non contava, oggi la cosa basilare era migliorare il proprio stile di guida e devo dire che lui è stato uno tra quelli che più è migliorato.


Se prima aveva qualche piccolo timore psicologico nell’entrare in una pista, dopo la positiva l’esperienza del Sele credo che la prossima volta dovremmo sparargli alle gomme pur di fermarlo.


Il giudizi,o con tanto di voto (del tutto personale),


non l’organizzazione che


comprende il


nostro


Presidente ha messo su pur di effettuare questa trasferta nel migliore dei modi, per quello merita 10 e lode.


VOTO 8 senza strafare ma


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34