This page contains a Flash digital edition of a book.
10


consigli e gli


insegnamenti degli


istruttori, sono riuscito a prendere finalmente confidenza e sicurezza, necessaria a sostituire l’ansia con il divertimento.


“Sono entrato in pista con molta ansia, scaturita probabilmente dal giorno precedente,


in quanto abbiamo


effettuato un turno prima della chiusura del circuito. Le condizioni della pista erano buone, ma le temperature delle gomme non erano di certo ottimali, perciò scivolavo molto in uscita di curva.


Il giorno dopo seguendo alla lettera i


Nello specifico è stato comunque per me un circuito abbastanza ostico, proprio per la sua conformità tecnica che di volta in volta mi portava a cambiare spesso traiettorie ed impostazione in curva. Questo probabilmente dovuto al fatto che la mia posizione di guida era costretta da pedane eccessivamente sollevate.


Comunque in definitiva l’esperienza del Sele è stata per me sicuramente positiva avendo arricchito, seppur partendo da zero, il mio bagaglio tecnico.


Sicuramente ce torno!”


E’ stato forse l’unico insieme a Bamba a non migliorare lo stile di guida. Questo probabilmente dovuto alle pedane


della sua GSX-R,


esageratamente arretrate che non gli per mattavano di aprire il ginocchio come avrebbe voluto (tira più avanti quelle pedane!). Sul giro però era molto veloce e son sicuro che se fossi rimasto in pista avremmo girato con gli stessi tempi, d’altronde Mazinga e Jeeg Robot non possono dividersi.


VOTO 7


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34