This page contains a Flash digital edition of a book.
9


la più leggera e meno potente Honda Hornet 600, quindi il salto è stato notevole in tutti i sensi.


C’è da dire che Francesco era uno tra quelli più preoccupati ad inizio week end, d’altronde non lo


si può


biasimare, la sua moto oltre ad essere esageratamente potente è anche pesante ed impegnativa. Se a questo aggiungiamo il fatto che per lui era la prima pistata con la nuova creatura, si può intendere benissimo il suo stato d’animo precedente all’uscita. Infatti la sua prima esibizione in una altro circuito (Isam) è stata a bordo della sua vecchia compagna di giochi,


E’ partito con la pettorina rossa, che voleva dire girare con il gruppo dei medi, ma dopo il Corso di Doctorone & Co il suo bagaglio tecnico sarà aumentato e sicuramente la prossima volta che andremo lì quella pettorina diventerà


facilmente arancione


fluorescente (medio-veloci), ma senza strafare, come è nel suo stile, ovvero dare il massimo gradualmente (e non


Ma c’è da dire che Cesco è rimasto concentrato dall’inizio alla fine del corso ed i risultati si sono visti tutti. Guidare una VTR 1000 in un circuito come il Sele non è facile, ma lui non solo lo ha fatto nel migliore dei modi ma ha anche trovato una giusta posizione di guida. Ginocchio in terra e gas senza esagerare.


come ho fatto io che scrivo questo articolo). Diciamo che il suo stile è migliorato così tanto da passare a dar del Tu alla


sua nuova Honda, mentre


probabilmente prima di questo Corso i dialoghi tra i due erano in terza persona. Bravo Cesco!


VOTO 8


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34