This page contains a Flash digital edition of a book.
CRICKET - Campionato italiano


Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 2 • Dicembre 201 0


Sono ormai ventotto anni che si disputa il massimo campionato italiano di cric- ket, ma forse la stagione 2010 verrà ri- cordata in futuro come una delle più felici. Ciò è dovuto in massima parte al grande successo sportivo e organizzativo della division IV di World Cricket League, disputata a Bologna ad agosto. In realtà è l’intero movimento che negli ultimi anni sta crescendo a ritmi impressio- nanti. Rispetto allo scorso anno due nuo- ve squadre (Milan Kingsgrove Cricket Club e Pgs Lux Cricket Club) hanno fatto il grande salto in serie A, mentre la se- rie B è stata riorganizzata con un girone unico. In totale il numero delle squadre partecipanti ai tre campionati italiani è passato da 27 a 29. La perdita di Arezzo, Castellucchio, Falconara e Pieve è stata resa assai meno dolorosa dall’innesto di ben sei nuove squadre: Cecchinese, Fer- mo, San Leonardo, Olgiata, Südtirol Alto Adige e Verona.


La crescita coinvolge anche e soprattutto il livello giovanile: il campionato under 19 è passato da quattro a sette squadre, quello under 17 da cinque a nove, mentre quello under 15 addirittura è passato da dieci a sedici squadre. L’unico trend negativo si registra nell’under 13,


MASSIMO BRIGNOLO


con una diminuzione di tre società. Il campionato femminile e l’under 13 non hanno portato a nuovi innesti, ma nem- meno a recessi.


Questa crescita, vuoi per miopia, vuoi per la crisi economica, non sembra an- cora essere stata recepita dagli sponsor e dai media (in particolare dalla tele- visione). Certo i tempi di gioco sono par- ticolarmente lunghi e per questo poco adatti alle esigenze televisive. Tuttavia i momenti spettacolari nel cricket non mancano e la trasmissione degli high- lights del campionato in una rete spor- tiva in chiaro di un magazine settima- nale durante la stagione estiva potrebbe aiutare questo sport a fare il salto di qualità che merita. Del resto Joe Scu- deri, allenatore della nazionale italiana, ha sempre evidenziato come l’assenza di cricket nelle televisioni complichi moltis- simo il lavoro suo e dei suoi collabo- ratori, in quanto è davvero molto difficile spiegare questo sport a chi vi si accosta per la prima volta senza averlo mai visto giocare.


Date le difficoltà nel portare il cricket sul piccolo schermo, gli sforzi della fede- razione si stanno concentrando soprat-


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113