This page contains a Flash digital edition of a book.
Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 2 • Dicembre 201 0


Se in Eurolega la pallanuoto azzurra ha una sola carta da giocarsi – ma è certa- mente quella dal valore più alto, la Pro Recco campione in carica - in Coppa LEN sono quattro gli assi nella manica: Bri- xia, Rari Nantes Florentia, Posillipo e Sa- vona, finalista lo scorso anno, puntano a tenere alta la bandiera dell’Italia nella seconda competizione pallanotistica eu- ropea. Le uniche rivali che potrebbero creare qualche fastidio sembrano Sintez Kazan, Akademija Kotor e Honvéd Buda- pest.


Sintez Kazan - Rokava Koper


Una tantum, una squadra balcanica pa- rte senza godere nettamente dei favori del pronostico. Anzi. La formazione slo- vena non avrà certamente vita facile contro il settebello tataro, difeso in porta dall’eterno Nikolaj Maksimov, che ha nel tedesco Schertwitis e in Marat Zakirov, altra vecchia gloria della pallanuoto rus- sa, i suoi trascinatori. Nel Rokava pot- rebbero rivelarsi l’arma in più i trenta- cinquenni Matej Nastran e David Burbu- ran, ex capitano del Latina, assieme al nazionale macedone Računica.


Spandau 04 - Brixia Leonessa


Fallita la qualificazione al turno prelimi- nare di Eurolega, i lombardi si tuffano in Coppa LEN consapevoli di poter andare molto lontano: Alessandro Bovo ha a di- sposizione un ottimo collettivo, cui sono


stati aggiunti in estate il difensore Marko Elez ed il centroboa Marino Franicević. E, dopo un Europeo molto positivo, Chri- stian Presciutti è chiamato a confer- marsi. Dall’altra parte ci sarà una squa- dra tecnicamente inferiore ma muscolare e arcigna. E Hagen Stamm conosce per- fettamente vizi e virtù dei suoi giocatori, essendone l’allenatore anche in nazio- nale. Importante il ritorno di Politze, ex Posillipo.


Ferencváros - Akademija Kotor


I detentori del trofeo opposti ad una nobile decaduta della pallanuoto unghe- rese (ultimo titolo nazionale nel 2000): sembrerebbe questo l’ottavo di finale più equilibrato. I montenegrini guidati da Mirko Vičević non hanno comunque con- vinto pienamente nel secondo turno di qualificazione, pareggiando con i turchi dell’İyik e perdendo nettamente con il Panionios. Adesso, però, è vietato sba- gliare. L’esperto Kunać e i due Varga, Tamás e Zsolt, possono far pendere l’ago della bilancia dalla parte dei magiari.


Vouliagmeni - Panionios


Un derby tutto ellenico, anzi, tutto ate- niese (Vouliagmeni e Nea Smirni rientra- no infatti all’interno della prefettura della capitale greca) aperto a qualsiasi risulta- to: da una parte Slavko Gak, oro ai Mon- diali di Roma con la Serbia, è l’unico straniero di un gruppo che rifornisce di


numerosi elementi la nazionale, dall’altra i veterani Mazis e Thomakos suoneranno la carica dei vicecampioni di Grecia, eli- minati al secondo turno di qualificazione di Eurolega e desiderosi, dunque, di con- solarsi con la Coppa LEN.


Rari Nantes Florentia - CSM Oradea


Cosmin Radu, implacabile centroboa del settebello gigliato, opposto ai suoi con- nazionali: è questo lo spunto più interes- sante offerto dal secondo ottavo di finale che vede protagonista una squadra ita- liana. Irrisori i cambiamenti apportati alla formazione toscana, favorita per il passaggio del turno: le speranze dei rumeni sono tutte nelle mani dei nazio- nali Negrean e Kadar e del sempiterno Attila Monostori.


CN Marsiglia - Posillipo


Dopo il brillante esordio nel secondo tur- no di qualificazione, i campani non vo- gliono certo sfigurare nella fase della competizione da dentro o fuori: ben tre i nuovi arrivi, tutti stranieri - il nazionale statunitense Hutten, il cubano Amaurys Pérez ed il croato Ban -, nella squadra rossoverde, alla cui guida è stato confer- mato Carlo Silipo. L’approccio alla com- petizione appare piuttosto morbido, con i marsigliesi che non sembrano in grado di impensierire davvero il settebello parte- nopeo: il tecnico Kovačević affida le redi- ni della squadra al solito Bodegas.


Galatasaray - Rari Nantes Savona


Lo scontro diretto tra le rispettive nazio- nali a Zagabria lo ha dimostrato in modo inconfutabile: per quanto in crescita, il movimento pallanotistico turco non ha ancora raggiunto gli standard europei. Il Savona, altra grande esclusa a sorpresa dall’Eurolega, non poteva davvero chie- dere di meglio dall’urna di Rijeka: con- fermati i pilastri della squadra vicecam- pione d’Italia e della Coppa LEN, gli in- nesti del difensore Smith, argento olim- pico a Pechino, e del portiere Volarević possono far volare i liguri. Tra i rivali da non sottovalutare, comunque, il mace- done Krecković ed i nazionali Çağatay e Beşkardeşler.


Honvéd Budapest - Hornets Košice


Una sorta di derby mitteleuropeo, con gli ungheresi nettamente favoriti sulla for- mazione slovacca, vuoi per la presenza di giocatori del calibro di Szivós, Hárai e Gor Nagy, vuoi per la maggior espe- rienza in campo europeo. Alle “vespe“ slovacche un Jozef Hrošik al massimo della condizione fisica non sarà suffi- ciente per compiere la grande impresa. Curiosità: sarà una sfida tutta partico- lare per il portiere del settebello unghe- rese István Gergely, slovacco di nascita e magiaro di adozione, al punto da aver preso parte ai Giochi Olimpici sotto le due diverse bandiere.


SP


PALLANUOTO - Coppa LEN maschile


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113