This page contains a Flash digital edition of a book.
AUSSIE RULES - Euro Cup 201 0 a Parabiago


D.BENZONI


Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 2 • Dicembre 201 0


Camminano per la via principale di Le- gnano, passandosi una palla ovale, men- tre il cielo si rannuvola. Cercano un par- co dove fare un breve allenamento, ma trovano solo i sassi e l’asfalto dello spiaz- zo antistante il Castello di San Giorgio. Appena si insediano la pioggia comincia a cadere, pesante, ma loro continuano a passarsi la palla usando il pugno (hand- ball) o calciandola in aria (footy). Non si fermano: devono difendere il titolo euro- peo vinto per due anni di fila nel 2008 e nel 2009. Sono la nazionale inglese di Aussie rules che domani, il 2 ottobre, disputerà a Parabiago l’Euro Cup 2010 insieme ad altre quattordici squadre.


L'anglo-australiano Neil Harrison, assi- stente allenatore della squadra, fa do- mande, spiega. Rimane meravigliato quando scopre che il football australiano, in Italia, esiste solo da un paio di anni: “L’organizzazione dell’evento mi sembra impeccabile. E anche la nazionale gioca come se avesse più esperienza”. Rimane stupito anche scoprendo che il campio- nato italo-svizzero conta solo quattro squadre e implica spostamenti fino ai 600 km. In Inghilterra l’Aussie rules vie- ne giocato sia nella versione 9-a-side (quella giocata nel resto d’Europa, su


campi da calcio o rugby) sia, nell’area metropolitana di Londra, nell’originale 18-a-side studiato sulle dimensioni dei campi di cricket di cui è ricca l’Australia. Il campionato inglese 9-a-side è diviso in quattro conference e viene disputato complessivamente da una quarantina di squadre.


Per l’Italia, la delegazione inglese e tutti gli altri atleti coinvolti nell’Euro Cup 2010 sono alieni sbarcati nel mezzo dell’hin- terland milanese, accorsi sulle sponde del fiume Olona per consumare un ri- tuale sconosciuto. Parabiago, designata per ospitare l’evento, si trasforma per una giornata in un angolo di Australia, anche se alle sterminate distese dei campi ovali da cricket bisogna sostituire i due campi da rugby del Centro Sportivo Marazzini-Venegoni, circondati da una manciata di palazzoni grigi. La scelta del- la location è anche in parte dovuta a due gemellaggi: non solo Parabiago è gemel- lata con la città croata di Samobor, sede dell’edizione 2009 del torneo, ma tra le città “sorelle” di Milano c’è anche Mel- bourne, la capitale mondiale dell’Aussie rules. Per la prima volta è l’Italia a ospitare la più importante manifesta- zione europea della disciplina, e a dispu-


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113