This page contains a Flash digital edition of a book.
Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 2 • Dicembre 201 0


Quella appena disputata è stata la ventunesima edizione della Veikkausliiga, la massima manifestazione calcistica fin- landese. Come accaduto la scorsa sta- gione il titolo ancora una volta è finito tra le mani dell’Helsingin Jalkapalloklubi – noto ai più semplicemente come HJK – principale società calcistica della capitale Helsinki. Nonostante una flessione nel finale e il contemporaneo avvicinamento in classifica dei rivali del Kuopion Pallo- seura, i capitolini hanno meritato il titolo avendo sempre condotto il campionato dall’inizio e festeggiato così il sedicesimo campionato della loro storia.


Un mix di esperienza e gioventù accom- pagnati da un centrocampo molto tecnico è stato l’asso nella manica per la squadra allenata da Muurinen. Il blocco difensivo è stato tutto di marca scandinava con il portiere titolare Wallén protetto dai giovani Ojala (ventunenne di ottime pro- spettive) e Sumusalo, da Kansikas e dallo svedese Magnusson. La chiave del gioco è stato il centrocampo dettato dalla sapien- za tattica del sudafricano Cheyne Fowler e dal brasiliano Rafinha, mentre altret- tanto importanti sono stati gli inserimenti e soprattutto le reti di Bah (centro- campista della nazionale del Gambia) e del finlandese di origine kosovara Zeneli, oltre all’apporto di Sorsa, mediano tutto- fare quasi sempre presente tra i titolari della squadra. La coppia d’attacco Mäkelä-Westö ha visto come protagonista assoluto il primo, autore di ben sedici reti in 24 partite e pertanto capocannoniere dell’intera manifestazione. Dopo la nega- tiva esperienza nella Scottish Premier League con la maglia degli Hearts, Mäkelä era tornato all’HJK e nella prima stagione al rientro aveva segnato solo otto reti, creando più di un dubbio sulle


sue effettive potenzialità. Questa stagione è stata però per lui quella della maturità e dopo aver trascinato la squadra allo scu- detto il ventisettenne si preannuncia come uno dei protagonisti del campionato fin- landese anche negli anni a venire.


Come detto in precedenza la principale rivale dell’HJK è stato il Kuopion Pallo- seura, squadra che contrariamente all’HJK ha mostrato un gioco corale a tratti mi- gliore: a testimoniarlo è il fatto che il miglior marcatore – il nigeriano Dudu – abbia realizzato solo otto reti mentre la squadra concludeva il campionato con il secondo miglior attacco, due più dell’HJK, ma una in meno del Turun Palloseura. Tra le fila del Kuopion – o più semplicemente KuPS - si segnala l’appena diciottenne Hoivala, pilastro difensivo della squadra che con ogni probabilità in futuro giocherà in campionati più importanti. Altro gioca- tore importante per la squadra è stato il centrocampista Nykänen, arrivato all’inizio della stagione dalla Ykkönen (la serie B finlandese) e presente in tutte le partite del campionato. Al terzo posto si è classi- ficato il Turun Palloseura che così si è qualificato anche al turno preliminare di Europa League. Nonostante il miglior at- tacco dell’intera manifestazione la squadra non è mai riuscita ad impensierire l’HJK e ha sempre stazionato in terza posizione per tutta la stagione.


Per quanto riguarda la lotta per la salvezza, il Lahti dell’eterno Jari Litmanen ha passato tutto il campionato stazionando in fondo alla classifica e, quando nel finale di stagione è riuscito a strappare dieci punti nelle ultime quattro partite, era ormai troppo tardi per migliorare la situa- zione ed evitare la retrocessione in Ykkö- nen. Molto più accesa è stata la lotta per il


CALCIO - Campionato finlandese


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113