This page contains a Flash digital edition of a book.
Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 2 • Dicembre 201 0


Chi poteva assicurarsi la vittoria in Tippe- ligaen se non il Rosenborg? Per la venti- duesima volta nella sua storia il club di Trondheim si laurea campione, risultando sempre più l’assoluto padrone del calcio norvegese. Ben più che doppiate, infatti, le dirette inseguitrici dei Troillongan: Fre- drikstad e Viking sono ferme rispettiva- mente a 9 e 8 allori. Relativamente facile la rincorsa allo scudetto dei ragazzi di Nils Arne Eggen: grazie all’imbattibilità man- tenuta lungo tutto il corso del campionato sono infatti riusciti ad avere la meglio sul Vålerenga che, nonostante un attacco ca- pace di segnare undici reti in più, termi- nerà la propria stagione a sette punti dal- la capolista. Una differenza maturata in particolar modo fuori casa: perché se all’Ullevaal Stadion gli Enga sono stati ca- paci di tenere un ruolino di marcia miglio- re di quello tenuto dal Rosenborg al Lerkendal Stadion, è lontano da casa che la combriccola di Martin Andresen ha avuto non pochi problemi, raccogliendo ben sette sconfitte a fronte dell’imbat- tibilità mantenuta in casa. Molto più co- stante, invece, il rendimento dei ventidue volte campioni di Norvegia: trentacinque punti guadagnati in casa, trentatré in trasferta. Quando il fattore campo non incide sui risultati.


A nulla è quindi servita la vittoria rag- giunta dal Vålerenga nel corso dell’ultima giornata quando grazie ai goal di Shelton, Abdellaoue e Saeternes i capitolini si sono facilmente sbarazzati del Tromsø. I giochi era già stati fatti in precedenza, così che il contemporaneo pareggio dei ragazzi di Eggen con l’Aalesund, deciso dalle reti realizzate da Dorsin e Prica per i Troillon- gan e da Barrantes ed Olsen per i Tango- trøyene, non ha modificato gli equilibri di un campionato che aveva già espresso


tutti i suoi verdetti. Perché né questi né altri risultati avrebbero potuto inficiare la corsa all’ultimo posto utile per la quali- ficazione europea, il terzo, che era già ma- tematicamente assegnato al Tromsø pro- prio ai danni dell’Aalesund, finito a tre punti di distanza dai Gutan.


Parlando di Europa, è bene ricordare quali squadre parteciperanno alle prossime competizioni continentali e da che turno partiranno. Per quanto concerne la Cham- pions League l’unica squadra qualificata è il Rosenborg, che vi parteciperà a partire dal secondo turno di qualificazione. Il secondo turno, ma per quanto concerne l’Europa League, sarà anche il punto di partenza degli Enga; partirà invece dal pri- mo turno di qualificazione il Tromsø, che avrà quindi molta strada da fare per poter raggiungere il tabellone ufficiale della competizione. Retrocedono direttamente, invece, Sandefjord (capace di vincere due sole partite in stagione) e Kongsvinger, con l’Hønefoss costretto ai playoff con la terza, la quarta e la quinta classificata dell’Adeccoligaen (corrispettivo della no- stra Serie B): Fredrikstad, Løv-Ham e Ranheim. Saliranno senza ulteriori pati- menti, infine, Sogndal e Sarpsbor, rispet- tivamente prima e seconda nell’ultimo campionato di seconda divisione.


A livello di singoli va sottolineata l’ottima stagione portata a compimento da Baye Djiby Fall, venticinquenne punta senega- lese cresciuta nei settori giovanili di Saint- Louis Center ed Auxerre e giunta in pre- stito dal Lokomotiv Mosca al Molde nel corso dello scorso gennaio per rimpiazzare un suo connazionale, quel Mame Biram Diouf che dell’Aker Stadion era un benia- mino prima che venisse acquistato da Ferguson allo United. Le sedici reti da lui


CALCIO - Campionato norvegese


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113