This page contains a Flash digital edition of a book.
Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 2 • Dicembre 201 0


Domenica 7 novembre, ore 15.30: Helsingborg e Malmö scendono in campo davanti al proprio pubblico – rispettiva- mente all’Olympia Stadion e allo Swed- bank Stadion – per giocarsi, a distanza, il titolo di squadra campione di Svezia. Le due squadre si trovano infatti, prima dell’ultima giornata di campionato, ap- paiate a quota 64 punti in classifica, con lo stesso numero di vittorie, pareggi e sconfitte tanto in casa quanto fuori. Un rush finale al fotofinish che accende gli animi dei tifosi scandinavi. Due vittorie sembrerebbero scontate: troppo impor- tanti i match contro Kalmar e Mjällby per poter anche solo lontanamente pensare di non raccogliere il bottino pieno. Il calcio però, si sa, è bello proprio perché riserva spesso dei colpi di scena clamorosi.


Missione compiuta, quindi, per Roland Nilsson (nato e cresciuto calcisticamente proprio nell’Helsingborg) e il suo Malmö che, davanti a oltre 24 mila spettatori, regola il Mjällby in tutta facilità, chiu- dendo il match già nel primo tempo gra- zie alle reti di Jiloan Hamad (ventenne ala svedese di natali azeri) e Agon Mehmeti (punta svedese di natali kosovari che compirà i ventuno anni proprio questo mese). Non vanno altrettanto bene, inve- ce, le cose per Conny Karlsson ed il suo Helsingborg: di fronte ad un’Olympia Stadion quasi completamente gremito i Mjölkkossan non riescono ad andare oltre a uno scialbo 0-0 contro il Kalmar, che metterà i bastoni tra le ruote agli avver- sari frenando la loro corsa al titolo proprio sul più bello.


Il Malmö vince quindi il campionato per la diciannovesima volta nel corso della pro- pria storia: un ottimo modo di festeggiare il centenario del club. Sempre più staccati


nell’albo d’oro Göteborg e Norrköping, fermi rispettivamente a tredici e dodici allori. Come campioni dell’Allsvenskan, agli Himmelsblått spetterà quindi di parte- cipare alla prossima Champions League, in cui concorreranno a partire dal secondo turno di qualificazione. Stessa sorte spet- terà, rispetto all’Europa League, all’Hel- singborg, mentre l’Örebro, terza classifi- cata a quindici punti dai campioni, partirà dal primo turno di qualificazione.


Resta ancora aperto, invece, il discorso in zona retrocessione. Con sedici squadre partecipanti, infatti, l’Allsvenskan prevede la retrocessione diretta per due club e un doppio scontro di playoff tra la terzultima e la terza classificata in Superettan, cam- pionato che equivale alla Serie B italiana. Quest’anno le due squadre condannate alla retrocessione diretta sono Bromma- pojkarna – che ai tifosi juventini potrà ri- cordare qualcosa, essendo la squadra da cui qualche anno fa venne prelevato Albin Ekdal - ed Åtvidaberg, il cui posto sarà preso dal Syrianska e da una nobile decaduta, quell’IFK Norrköping che, come visto in precedenza, è una delle squadre più vittoriose nella storia del calcio svede- se. Spareggeranno invece GIF Sundsvall e Gefle, quest’ultima salvatasi dalla retro- cessione diretta solo in virtù di una miglior differenza reti rispetto all’Åtvidaberg: en- trambi i club hanno terminato il campio- nato a quota ventinove punti.


I protagonisti della stagione sono stati Alexander Gerndt e Denni Avdić, rispetti- vamente capocannoniere e secondo mi- glior marcatore del campionato. Il primo, ventiquattrenne punta nativa di Visby, ha mosso i primi passi da calciatore nella squadra della sua città per poi militare tra le fila di AIK ed IK Sirius prima di


CALCIO - Campionato svedese


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113