This page contains a Flash digital edition of a book.
Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 0 • Giugno 201 0


2006


1 986 1 990 1 994 1 998 2002


1 982


1 962 1 966 1 970 1 974 1 978


1 958


1 930 1 934 1 938 1 950 1 954


Non qualificata


Non qualificata Non qualificata Non qualificata Non qualificata


Primo turno Primo turno


Non partecipante Non partecipante Non qualificata Non qualificata Non qualificata


Non partecipante


Non partecipante Non partecipante Non partecipante Non partecipante Non partecipante


Esordio internazionale: 1 giugno 1 957, Tunisi Tunisia - Algeria 1 -2


Palmares:


Mondiali: terza partecipazio- ne, mai oltre il primo turno. Coppa Africa: una volta campione (1 990), due terzi posti (1 984, 1 988). Olimpiadi: una partecipazione.


Più presenze in nazionale: Mahieddine Meftah (1 07)


Migliormarcatore: Abdelhafid Tasfaout (36)


Le Volpi del Deserto ritornano nella fase finale della Coppa del Mondo dopo ventiquattro anni, dopo i magici anni Ottanta nei quali moralmente erano stati


la prima squadra africana a


qualificarsi per la seconda fase quando nell’edizione del 1982, in cabina di regia un grande ma fragile talento come Rabah Madjer,


solo uno


scandaloso “biscotto” tra Germania Ovest e Austria li portò all’eliminazione nella fase a gironi. Dopo una partecipazione interlocutoria nell’edizione successiva, il ciclo della più forte Algeria della storia si chiuse con la vittoria nella Coppa d’Africa giocata in casa e vinta in una finale contro la Nigeria di fronte a 200.000 spettatori.


1 3 giugno 201 0 - Peter Mokaba, Polokwane Algeria - Slovenia (h. 13:30)


1 8 giugno 201 0 - Green Point, Città del Capo Inghilterra - Algeria (h. 20:30)


23 giugno 201 0 - Loftus Versfeld, Pretoria Stati Uniti - Algeria (h. 16:00)


Finito un ciclo, per la nazionale nordafricana è iniziato un lungo periodo di delusioni che sembra ormai alle spalle dopo la rocambolesca qualificazione a Sudafrica 2010 alle spese dell’Egitto, tradizionale rivale, in una sfida che va al di là del puro calcio disputata tra minacce e denunce, violenze e tensioni, per concludersi con uno spareggio in campo neutro in Sudan, presidiato da 15.000 poliziotti, dove l’Algeria si è imposta per 1-0 segnando il ritorno dopo cinque lustri nella fase finale della Coppa del Mondo.


Nella marcia d’avvicinamento a Sudafrica 2010, i dubbi si sono presto


sostituiti all’entusiasmo dopo le sonore sconfitte contro lo stesso Egitto (0-4) nelle semifinali della Coppa d’Africa e contro la Serbia (0-3) amichevole di preparazione.


in una


Basata quasi interamente su giocatori che militano con alterne fortune nei campionati europei,


la squadra


algerina dipende principalmente dallo spirito di squadra che Rabah Saadane riesce ad infondere e dalle fortune della difesa impostata intorno a Yahia, centrale del Bochum, e Bougherra, centrale dei Glasgow Rangers consi- derato uno dei migliori difensori del continente africano. Con un solido centrocampo costruito intorno al re- gista del Wolfsburg Karim Ziani, le Volpi del Deserto soffrono in fase realizzativa dove devono affidarsi agli sporadici estri del veterano Rafik Saifi e del senese Ghezzal.


L’Algeria si ritrova a giocare con Slovenia, Inghilterra e Stati Uniti: per il destino della squadra che dovrà sfruttare al massimo il talento di Karim Ziani sarà già decisiva la prima partita con la Slovenia. Un risultato utile potrebbe lanciare le Volpi del Deserto ad una intrigante sfida con gli Stati Uniti per il secondo posto nel girone, una sconfitta con ogni probabilità le taglierebbe fuori dai giochi sin dall’inizio.


GIRONE C - Algeria


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113  |  Page 114  |  Page 115  |  Page 116  |  Page 117  |  Page 118  |  Page 119  |  Page 120  |  Page 121  |  Page 122  |  Page 123  |  Page 124  |  Page 125  |  Page 126  |  Page 127  |  Page 128  |  Page 129  |  Page 130  |  Page 131  |  Page 132  |  Page 133  |  Page 134  |  Page 135  |  Page 136  |  Page 137  |  Page 138  |  Page 139  |  Page 140  |  Page 141  |  Page 142  |  Page 143  |  Page 144  |  Page 145  |  Page 146  |  Page 147  |  Page 148  |  Page 149  |  Page 150  |  Page 151  |  Page 152  |  Page 153  |  Page 154  |  Page 155  |  Page 156  |  Page 157  |  Page 158  |  Page 159  |  Page 160  |  Page 161  |  Page 162  |  Page 163  |  Page 164  |  Page 165  |  Page 166  |  Page 167  |  Page 168  |  Page 169  |  Page 170  |  Page 171  |  Page 172  |  Page 173  |  Page 174  |  Page 175  |  Page 176  |  Page 177  |  Page 178  |  Page 179  |  Page 180  |  Page 181  |  Page 182  |  Page 183  |  Page 184  |  Page 185  |  Page 186  |  Page 187  |  Page 188
Produced with Yudu - www.yudu.com