This page contains a Flash digital edition of a book.
Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 0 • Giugno 201 0


In Honduras come in tutto il Centro America il confine fra calcio e politica è sempre stato molto labile. La passione dei tifosi ha spesso finito per amplificare il nazionalismo. Una passione che, sobillata strumentalmente dall’alto ha portato, nell’estate del 1969, alla Guerra del Football fra El Salvador e Honduras, detta anche guerra delle cento ore, il tempo effettivo di combattimento.


Alla fine degli anni sessanta entrambi i paesi erano governati da dittature filo- americane; storicamente El Salvador, paese più piccolo, ma più avanzato, ri- vendicava alcuni territori all’Honduras. La causa principale della guerra fu però dovuta dall’eccesso di popolazione del piccolo paese sudamericano: due terzi


della popolazione rurale salvadoregna infatti non possedeva terra. Per ovviare a ciò nel 1967 i due stati firmarono una convenzione con cui l’Honduras garan- tiva a cittadini salvadoregni libertà di residenza e di lavoro. Oltre trecentomila salvadoregni si stabilirono in Honduras, ma furono malvisti dalla popolazione che premeva per una riforma agraria sempre negata dal presidente Arellano, soste- nuto dai latifondisti e dalle multinazionali USA fra cui la United Fruit Company. Nel 1969, per rabbonire i contadini, il go- verno honduregno ruppe i patti stabiliti dalla Convenzione Bilaterale sull’Immi- grazione e espropriò le terre agli im- migrati salvadoregni.


La tensione fra i due paesi crebbe e si


incendiò ancor più durante gli incontri di semifinale delle qualificazioni CONCACAF per il mondiale di Messico 1970. Per dirla con il giornalista polacco Ryszard Kapuściński, che alla Guerra del Football intitolò anche una raccolta dei suoi articoli: “Il calcio contribuì a rinfocolare lo sciovinismo e l’isteria patriottica, tan- to necessari per scatenare la guerra e rafforzare il potere dell’oligarchia in en- trambi i paesi”.


Nel match di andata in Honduras, la nazionale del Salvador subì un’ac- coglienza terribile e, dopo una notte passata insonne per via delle sassate, dei clacson e dello sbattere di pentole dei tifosi honduregni, fu sconfitta per 1 a 0. Amelia Bolanos, una ragazza diciot-


tenne salvadoregna, si suicidò per la tristezza. I media enfatizzarono la noti- zia, la ragazza divenne un martire e durante le esequie di stato i salva- doregni giurarono vendetta. Il ritorno si disputò in un clima pesantissimo e intimidatorio, El Salvador vinse per 3 a 0. I tifosi, dopo aver disturbato il sonno della squadra rivale, fischiarono l’inno, bruciarono le bandiere dell’Honduras e aggredirono, uccidendone due, i pochi tifosi rivali. Con una vittoria per parte fu necessario lo spareggio all’Azteca di Città del Messico, ma le relazioni fra i due paesi, sulla questione degli esuli salvadoregni, si erano ormai deteriorate. Il giorno prima del match, mentre i giornali messicani, per enfatizzare l’evento, titolavano profeticamente “La


GIRONE H - Oltre il calcio


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113  |  Page 114  |  Page 115  |  Page 116  |  Page 117  |  Page 118  |  Page 119  |  Page 120  |  Page 121  |  Page 122  |  Page 123  |  Page 124  |  Page 125  |  Page 126  |  Page 127  |  Page 128  |  Page 129  |  Page 130  |  Page 131  |  Page 132  |  Page 133  |  Page 134  |  Page 135  |  Page 136  |  Page 137  |  Page 138  |  Page 139  |  Page 140  |  Page 141  |  Page 142  |  Page 143  |  Page 144  |  Page 145  |  Page 146  |  Page 147  |  Page 148  |  Page 149  |  Page 150  |  Page 151  |  Page 152  |  Page 153  |  Page 154  |  Page 155  |  Page 156  |  Page 157  |  Page 158  |  Page 159  |  Page 160  |  Page 161  |  Page 162  |  Page 163  |  Page 164  |  Page 165  |  Page 166  |  Page 167  |  Page 168  |  Page 169  |  Page 170  |  Page 171  |  Page 172  |  Page 173  |  Page 174  |  Page 175  |  Page 176  |  Page 177  |  Page 178  |  Page 179  |  Page 180  |  Page 181  |  Page 182  |  Page 183  |  Page 184  |  Page 185  |  Page 186  |  Page 187  |  Page 188
Produced with Yudu - www.yudu.com