This page contains a Flash digital edition of a book.
Pianeta Sport • www.pianeta-sport.net


Numero 0 • Giugno 201 0


2006


1 986 1 990 1 994 1 998 2002


1 982


1 962 1 966 1 970 1 974 1 978


1 958


1 930 1 934 1 938 1 950 1 954


Primo turno Ottavi di finale


Non qualificata Non qualificata Non qualificata Primo turno


Non qualificata


Non partecipante Non qualificata Non qualificata Non qualificata


Non qualificata Non partecipante


Non partecipante Non qualificata


Non partecipante Non partecipante Ritirata


Esordio internazionale: 9 maggio 1 91 7, Tōkyō Giappone - Cina 0-5


Palmares:


Mondiali: quarta partecipazio- ne, una volta agli ottavi di finale (2002). Coppa d'Asia:


tre volte


campione (1 992, 2000, 2004), una terzo posto (2007). Olimpiadi: un bronzo (1 968).


Più presenze in nazionale: Masami Ihara (1 22)


Migliormarcatore: Kunishige Kamamoto (75)


L’allenatore Okada ha posto come obiettivo il


raggiungimento della


semifinale: una speranza decisamente ottimistica alla luce sia del fatto che il Giappone in tre partecipazioni non ha mai vinto una partita fuori dal suolo amico, sia della sterilità del reparto offensivo che ha portato a ruotare una ventina di attaccanti negli ultimi due anni alla ricerca della coppia più adatta. Shinji Okazaki, centravanti dei Shimizu S-Pulse, si è affermato come l’uomo più prolifico del 2009 a livello di squadre nazionali, con le sue 15 reti con la casacca del Giappone, ma 4 reti contro Hong Kong e 3 reti contro il Togo non rendono giustizia a questo riconoscimento. Come spalla, Okazaki può contare sull’apporto di Ōkubo, ritornato a Kobe dopo sei mesi nelle file del Wolfsburg, del


trentenne


Tamada, autore nel 2006 di una rete al Brasile, e del catanese Morimoto in cerca di consacrazione a livello internazionale.


Se la consistenza dell’attacco è tutta da verificare,


1 4 giugno 201 0 - Free State, Bloemfontein Giappone - Camerun (h. 16:00)


1 9 giugno 201 0 - Moses Mabhida, Durban Olanda - Giappone (h. 13:30)


24 giugno 201 0 - Royal Bafokeng, Rustenburg Danimarca - Giappone (h. 20:30)


presenta come decisamente più attrezzato e in grado di imporre la tradizionale organizzazione di gioco delle rappresentative del Sol Levante sotto la guida di Shansuke Nakamura, al canto del cigno di una carriera che lo ha portato in Italia, Scozia e Spagna, avendo militato per


la il centrocampo si


Reggina,


i Celtic di Glasgow e


l'Espanyol. Di fianco a lui, in un reparto sulla carta a cinque, il ruolo degli


interditori sarà coperto da


Inamoto, dieci anni di esperienza senza troppa gloria in giro per l’Europa, e Hasebe, ventiseienne del Wolfsburg. La fase di ripartenza sarà garantita da Keisuke Honda e Daisuke Matsui, sei anni di militanza nel calcio francese.


Avendo partecipato a tutte le edizioni della Coppa del Mondo che hanno visto il Giappone protagonista, il portiere Narazaki è il veterano della squadra che, sotto la guida di Okada, è ritornata ad una tradizionale difesa a quattro dove la coppia centrale è costituita da Marcus Tulio Tanaka, nato in Brasile e trasferitosi in Giappone all’età di 15 anni, e dal capitano di mille battaglie Nakazawa. Sulle fasce evoluiranno Uchida, destinato allo Schalke 04 dopo la Coppa del Mondo, e Nagatomo, nel giro della nazionale dal 2008, anno in cui ha anche disputato con la rappresentativa under 23 i Giochi Olimpici di Pechino.


In un gruppo dove la forza dominante sulla carta è l’Olanda, il Giappone si giocherà la battaglia come seconda forza con Danimarca e Camerun, Proprio l’esordio contro i Leoni d’Africa potrebbe essere decisivo per le sorti della squadra di Okada.


GIRONE E - Giappone


Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14  |  Page 15  |  Page 16  |  Page 17  |  Page 18  |  Page 19  |  Page 20  |  Page 21  |  Page 22  |  Page 23  |  Page 24  |  Page 25  |  Page 26  |  Page 27  |  Page 28  |  Page 29  |  Page 30  |  Page 31  |  Page 32  |  Page 33  |  Page 34  |  Page 35  |  Page 36  |  Page 37  |  Page 38  |  Page 39  |  Page 40  |  Page 41  |  Page 42  |  Page 43  |  Page 44  |  Page 45  |  Page 46  |  Page 47  |  Page 48  |  Page 49  |  Page 50  |  Page 51  |  Page 52  |  Page 53  |  Page 54  |  Page 55  |  Page 56  |  Page 57  |  Page 58  |  Page 59  |  Page 60  |  Page 61  |  Page 62  |  Page 63  |  Page 64  |  Page 65  |  Page 66  |  Page 67  |  Page 68  |  Page 69  |  Page 70  |  Page 71  |  Page 72  |  Page 73  |  Page 74  |  Page 75  |  Page 76  |  Page 77  |  Page 78  |  Page 79  |  Page 80  |  Page 81  |  Page 82  |  Page 83  |  Page 84  |  Page 85  |  Page 86  |  Page 87  |  Page 88  |  Page 89  |  Page 90  |  Page 91  |  Page 92  |  Page 93  |  Page 94  |  Page 95  |  Page 96  |  Page 97  |  Page 98  |  Page 99  |  Page 100  |  Page 101  |  Page 102  |  Page 103  |  Page 104  |  Page 105  |  Page 106  |  Page 107  |  Page 108  |  Page 109  |  Page 110  |  Page 111  |  Page 112  |  Page 113  |  Page 114  |  Page 115  |  Page 116  |  Page 117  |  Page 118  |  Page 119  |  Page 120  |  Page 121  |  Page 122  |  Page 123  |  Page 124  |  Page 125  |  Page 126  |  Page 127  |  Page 128  |  Page 129  |  Page 130  |  Page 131  |  Page 132  |  Page 133  |  Page 134  |  Page 135  |  Page 136  |  Page 137  |  Page 138  |  Page 139  |  Page 140  |  Page 141  |  Page 142  |  Page 143  |  Page 144  |  Page 145  |  Page 146  |  Page 147  |  Page 148  |  Page 149  |  Page 150  |  Page 151  |  Page 152  |  Page 153  |  Page 154  |  Page 155  |  Page 156  |  Page 157  |  Page 158  |  Page 159  |  Page 160  |  Page 161  |  Page 162  |  Page 163  |  Page 164  |  Page 165  |  Page 166  |  Page 167  |  Page 168  |  Page 169  |  Page 170  |  Page 171  |  Page 172  |  Page 173  |  Page 174  |  Page 175  |  Page 176  |  Page 177  |  Page 178  |  Page 179  |  Page 180  |  Page 181  |  Page 182  |  Page 183  |  Page 184  |  Page 185  |  Page 186  |  Page 187  |  Page 188
Produced with Yudu - www.yudu.com