This page contains a Flash digital edition of a book.
BOZZA Regolamento condominiale

Condominio <<nome condominio>> – Indirizzo

________________________________

4. E' vietato collocare vasi da fiore sui davanzali e sui balconi, sempre che gli stessi non siano convenientemente ancorati, e posti entro recipienti atti ad impedire lo stillicidio, molestie e danni d'ogni genere; in ogni caso non e' consentito alcun stillicidio; 5. E' vietato esporre insegne, targhe e similari nelle parti comuni dell'edificio (pareti esterne, androne, scale, ecc.), che non siano conformi a quanto deliberato dall'assemblea condominiale. 6. E' vietato il gioco dei bambini nelle parti comuni, salvo quanto in merito sarà deliberato dall'assemblea. 7. E' vietato tenere in qualsiasi locale o spazio comune, animali di qualsiasi genere. Sono consentiti, entro le proprietà private, i soli animali domestici (e cioè cani, gatti e uccelli), sempre che non arrechino disturbo o danno agli altri condomini o alle parti comuni e purche' siano accompagnati da persone. E' fatto obbligo ai detentori di cani di evitare con ogni mezzo che rechino disturbo ai vicini, specialmente di notte, di tenerli al guinzaglio e con museruola nelle parti comuni e di non farli accedere nella cabina dell'ascensore. 8. E' vietato eseguire lavori od apportare modifiche e varianti edilizie od impiantistiche alle aree comuni ed in quelle concesse in uso esclusivo, che possano alterare il decoro architettonico dell'edificio (a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, apposizione di condizionatori in facciata, istallazione di antenne paraboliche per la ricezione satellitare sui balconi di proprietà, spostare pilozzi ed attacchi della lavatrice dalle originali posizioni, installazione di barbecue) o modificare il funzionamento dei servizi comuni o limitare i passaggi negli atri, lungo le scale o sui pianerottoli e alterare l’estetica delle facciate, in ogni loro parte, anche se di proprietà esclusiva, come balconi, infissi, ringhiere, persiane, tapparelle, tende da sole, manufatti di ogni genere, stendi biancheria, vasi di ogni forma e fattura etc.. I condizionatori potranno essere installati solo all'interno del terrazzo e per limitare l’impatto visivo potra' essere richiesto dall’Assemblea di mascherare l’unità esterna con un carter di colore uniforme per tutti le eventuali analoghe installazioni. 9. E' vietato accedere sul tetto, a chiunque non sia stato previamente autorizzato dall'amministratore. 10. E' vietato usare l'ascensore per il trasporto di animali, o per il trasporto di oggetti ingombranti o pesanti o che possano sporcare o comunque arrecare danno. L'uso dello stesso inoltre è vietato ai minori, a norma delle vigenti disposizioni di legge (L. 24/10/1942 n° 1415 e succ.).

11. E' vietato parcheggiare cicli, motocicli e automezzi nelle aree condominiali al di fuori degli spazi appositamente indicati.

DIVIETI SULLE PARTI PRIVATE

1. E' vietato destinare gli immobili a qualsiasi uso che possa turbare la tranquillità dei condomini o sia contraria all'igiene o al decoro dell'edificio. In particolare, gli appartamenti debbono essere esclusivamente destinati ad uso di abitazioni civili o di ufficio o di studio professionale o ambulatorio medico; mentre per tutte indistintamente le unità immobiliari viene espressamente vietata la destinazione a gabinetto di cura per malattie infettive e contagiose, sedi di partito o sindacali o di associazioni, circoli, ritrovi, scuole in genere (e in particolare di musica, canto, ballo), e a qualsiasi uso che produca rumori molesti o emissioni di fumo, esalazioni sgradevoli o nocive, nonché a qualsiasi altra destinazione contraria ai regolamenti comunali di igiene, di piano regolatore, di polizia urbana e dei vigili del fuoco. Allo scopo di essere in regola con le richieste della Pubblica Amministrazione, (a titolo esemplificativo e non limitativo U.S.L), non sono soggette a preventiva autorizzazione dell’assemblea dei condomini eventuali lavori resi necessari per la messa a norma dell’attività da svolgere negli appartamenti. Per ovviare a possibili alterazioni dei prospetti architettonici, l’assemblea ha la facoltà di dettare indicazioni di carattere meramente estetico. 2. a) E' vietato ai condomini fare qualunque modifica o innovazione alle cose comuni (pur dirette al miglioramento e all'uso più comodo o al maggior rendimento delle stesse), anche se in corrispondenza delle singole proprietà, individuali, senza la preventiva approvazione della maggioranza dei partecipanti al condominio, che contemporaneamente rappresenti almeno i 2/3 del valore dell'edificio. b) Il condomino che ha fatto spese per le cose comuni senza autorizzazione dell'assemblea, non ha diritto al rimborso, salvo che si tratti di spesa urgente, e che abbia dato tempestiva comunicazione all'amministratore

Pag. 4 di 14 Page 1  |  Page 2  |  Page 3  |  Page 4  |  Page 5  |  Page 6  |  Page 7  |  Page 8  |  Page 9  |  Page 10  |  Page 11  |  Page 12  |  Page 13  |  Page 14
Produced with Yudu - www.yudu.com